Roma, scontri alla Sapienza Studenti lanciano bombe carta

Alcuni studenti stanno manifestando contro la Conferenza Nazionale sulla Green Economy

Roma, scontri alla Sapienza Studenti lanciano bombe carta

Caos alla Sapienza di Roma. Alcuni studenti stanno manifestando contro la Conferenza Nazionale sulla Green Economy, hanno sfondato le transenne che li separavano dall’aula magna dove si svolge l’incontro e hanno lanciato bombe carta. Le forze dell’ordine difendono l’ingresso a cui i manifestanti sono arrivati. Dal corteo che sta percorrendo la città universitaria è partito una bomba carta che è riuscita a varcare l’ingresso dell’aula magna ed è esplosa all’interno. Il portone è stato chiuso e i manifestanti, molti dei quali indossano maschere di Anonymous, hanno cominciato a colpirlo nel tentativo di forzare il blocco. Sono molti gli agenti in tenuta antisommossa sia all’interno che all’esterno dell’aula magna che stanno respingendo i manifestanti, mentre volano petardi e fumogeni. All’interno dell’Aula magna sono presenti i ministri Saccomanni, Orlando, Lorenzin, Giovannini, e altri sono attesi. I lavori della conferenza al momento stanno continuando, con un video messaggio del premier Enrico Letta. Lancio di uova e petardi contro l’ingresso dell’aula magna. "L’università èdi chi la vive, non di chi la distrugge", questo il testo dello striscione che apre il corte.

Alcuni studenti tra quelli che protestano all’Università la Sapienza sono anche saliti sul tetto della facoltà di Fisica esponendo uno striscione. Tra gli studenti in protesta anche diversi specializzandi di Medicina che lamentano i tagli alle borse di studio.
"Questa è l’ennesima passerella odiosa, un incontro vergognoso, mentre la ricerca è asservita agli interessi dei privati", spiegano i manifestanti. "La situazione è sotto controllo, si tratta solo di qualche botto di saluto in vista della fine dell’anno", ha commentato il Rettore della Università La Sapienza, Luigi Frati.

Commenti

Grazie per il tuo commento