Roma, tira molotov contro i poliziotti: un agente ferito

L’uomo, con precedenti alle spalle, aveva delle piante di marijuana in casa; ferito al braccio uno degli agenti investiti dalle fiammate delle molotov scagliate dal 33enne

Roma, tira molotov contro i poliziotti: un agente ferito

Notte di follia da parte di un 33enne romano nella sua abitazione di via del Casale Lumbroso (Roma).

L’uomo, con vari precedenti alle spalle, ha dapprima cacciato i genitori di casa, dopo di che ha deciso di barricarsi all’interno della stessa, armato di un’accetta e con una tanica di benzina al fianco. Dopo la segnalazione ricevuta, due volanti della polizia sono giunte sul posto. Gli agenti hanno tentato di mediare col 33enne per farsi aprire la porta, inizialmente invano. Dopo una lunga trattativa, l’uomo ha ceduto ed ha aperto il cancello facendo accedere i poliziotti nel cortile dell’abitazione.

Tuttavia, pochi istanti dopo, si è affacciato all’uscio ed ha scagliato contro gli agenti ben 4 molotov già innescate in rapida successione. La fiammata prodotta dalle bottiglie incendiarie ha provocato un’ustione al braccio di uno dei poliziotti che, dopo l’aggressione subita, hanno fatto irruzione nell’appartamento. Una volta dentro, sono riusciti a far scattare le manette ai polsi del 33enne, che cercava una via di fuga disperata attraverso un lucernaio che dava accesso al tetto.

La perquisizione dell’appartamento ha permesso di rinvenire, a parte l’accetta e la tanica di benzina sopra menzionate, anche un fucile subacqueo con due fiocine di metallo, altre 2 molotov artigianali ed alcune piantine di marijuana.

L’uomo è stato condotto dapprima presso gli uffici del commissariato San Paolo e successivamente dietro le sbarre del carcere. Per lui l’accusa di produzione e coltivazione di piante di marijuana, detenzione di armi da guerra, resistenza a pubblico ufficiale e tentato omicidio.

Commenti