Malpensa "fa gola" ai banditi: presi i ladri dei "Duty Free"

Gli stranieri, di 30 e 34 anni, nascondevano la merce nei bagagli a mano e nel controsoffitto dei bagni: i due sono stati condannati a un anno di reclusione e a 250 euro di multa

Rubavano nei Duty free di Malpensa e nascondevano la refurtiva nei controsoffitti dei bagni dell’aeroporto. Così due cittadini lituani, rispettivamente di 30 e di 34 anni, lo scorso fine settimana sono finiti in manette grazie all’occhio attento degli agenti della polizia di frontiera.

Malpensa dunque fa sempre "gola": meno di un mese fa è stata sgominata una banda che rubava auto di lusso negli aeroporti.

Sono stati gli uomini del settore sicurezza, nell’ambito di mirati servizi di osservazione nell’area transiti del terminal 1 e di visione delle immagini del sistema di videosorveglianza, a notare il comportamento sospetto dei due giovani lituani.

Gli operatori hanno ricostruito, a ritroso, i movimenti dei trentenni all’interno dell’aerostazione, riuscendo ad accertare che la coppia era giunta nello scalo varesino nel tardo pomeriggio con un volo proveniente da Kaunas, Lituania, e che, invece di uscire dal terminal come normalmente fanno i passeggeri, si era recata nell’area transiti. Qui i due, muniti di trolley, sono stati visti gironzolare con fare ambiguo, apparentemente senza meta.

Gli uomini della polaria hanno analizzato le registrazioni video dei loro movimenti. Dalle immagini hanno evinto che per ben cinque volte, nel corso della serata, i lituani avevano fatto la spola tra i Duty free, dove si trattenevano ogni volta per pochi minuti, e i bagni adiacenti. La particolare condotta, a tratti assimilabile al modus operandi che la polizia giudiziaria era riuscita a delineare in occasione di analoghi precedenti, ha indotto il personale ad intervenire sul posto.

Quando gli agenti si sono recati nei bagni, hanno trovato i due uomini nell’atto di trafugare nei propri bagagli alcune scatole di profumo e numerosi pacchi di sigarette. I poliziotti, a seguito della perquisizione personale degli stranieri, hanno rinvenuto, oltre a confezioni di profumi di marca e a lavorati del tabacco, anche ulteriori oggetti in vendita nei negozi, fra i quali specialità gastronomiche di nicchia.

Non solo. Durante i controlli gli agenti hanno notato che i pannelli della controsoffittatura dei locali toilette non si trovavano nella loro sede naturale. Così sono andati a fondo e hanno trovato, nel controsoffitto, refurtiva di ingente valore commerciale. Tutto il materiale rinvenuto è stato acquisito cautelativamente e restituito ai titolari delle attività commerciali.

I lituani, che da subito avevano manifestato un atteggiamento aggressivo e poco collaborativo, sono stati arrestati in flagranza del reato di furto aggravato in concorso. Il passeggero trentenne è stato accusato anche di danneggiamento per i danni procurati ai locali dove, con l'amico, ha trascorso la nottata sotto la custodia degli agenti. La coppia è stata condotta per direttissima avanti al Tribunale di Busto Arsizio ove ha patteggiato una pena di un anno di reclusione e 250 euro di multa, pena sospesa condizionalmente.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.