Ryanair, procura di Bergamo apre inchiesta

Dopo l'esposto presentato dal Codacons la procura della Repubblica di Bergamo ha aperto un'inchiesta sulle cancellazioni dei voli da parte della Ryanair

Ryanair, procura di Bergamo apre inchiesta

Dopo l'esposto presentato dal Codacons sulla cancellazione dei voli da parte di Ryanair la procura di Bergamo ha aperto un'inchiesta, al momento senza ipotesi di reato. "Ora la magistratura dovrà chiarire quando Ryanair abbia avuto consapevolezza delle difficoltà organizzative con i voli - spiega Carlo Rienzi, presidente del Codacons - se vi siano stati ritardi nella decisione di disporre le cancellazioni, se la compagnia stia rispettando la normativa sui risarcimenti ed eventuali ipotesi penalmente rilevanti".

L'associazione consumatori ricorda che or tutti i passeggeri danneggiati dalle cancellazioni potranno costituirsi parte offesa nel procedimento aperto dalla magistratura, ai fini delle doverose richieste risarcitorie. Sul sito www.codacons.it sarà pubblicato il modulo di costituzione con cui i viaggiatori potranno far valere i propri diritti. Intanto l’Enac ha convocato il Codacons per il prossimo 25 settembre, per valutare le richieste dell’associazione che rappresenta il maggior numero di viaggiatori italiani danneggiati dalle cancellazioni dei voli Ryanair. Ieri la compagnia aerea ha fatto sapere che a causa degli impegni correlati alla gestione delle cancellazioni e alla tutela dei diritti dei passeggeri, non potrà partecipare all'incontro con l'Enac , previsto per oggi, ma ha assicurato che adempirà a tutti gli obblighi previsti dal Regolamento Comunitario n. 261 del 2004 che tutela i passeggeri.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento