Salerno, ruba soldi ai correntisti: indagata direttrice dell'ufficio postale

Le indagini, durate anni, hanno evidenziato come la donna, approfittando della totale fiducia dei clienti, sarebbe arrivata a sottrarre i soldi dai libretti di risparmio

Gli ufficiali di polizia giudiziaria, in collaborazione con la Guardia di finanza, hanno eseguito un sequestro preventivo di beni, per un valore di 266mila euro, nei confronti della direttrice di un ufficio postale in provincia di Salerno, un importo pari a quello che la donna avrebbe sottratto dai conti di alcuni clienti.

Per la dirigente l’accusa è di peculato e riciclaggio. Le indagini, durate anni, hanno evidenziato come la direttrice dell’ufficio postale, approfittando della totale fiducia dei clienti, sarebbe arrivata a sottrarre tutti questi soldi dai libretti di risparmio e dai buoni fruttiferi postali dei risparmiatori, arrivando in alcuni casi anche svuotare completamente i conti.

La polizia e i finanzieri hanno addirittura scoperto che in un caso la donna aveva derubato dei soldi che appartenevano ad una cliente morta recentemente, intascando una polizza assicurativa dal valore di 30mila euro intestata proprio alla defunta.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.