Scialpinista disperso sul Cervino. Ancora vane le ricerche

Da ieri non si hanno notizie di Giordano Donà

Scialpinista disperso sul Cervino. Ancora vane le ricerche

Lo scialpinista di 63 anni, Giordano Donà, risulta disperso da ieri sul monte Cervino. Vane fino a questo momento le ricerche per ritrovarlo. L’uomo residente a Occhieppo Inferiore, comune del Piemonte in provincia di Biella, si sarebbe allontanato da casa ieri mattina, giovedì 28 marzo, intorno alle 7, con l’intento di trascorrere la giornata in montagna praticando scialpinismo. Si sarebbe diretto a Cervinia o a Gressoney. Donà era solito partire al mattino e rientrare verso le 17. Non vedendolo rientrare per quell’ora, il genero ha allarmato i Carabinieri denunciandone la scomparsa. Immediatamente si sono attivate tutte le squadre di soccorso disponibili.

La vettura del 63enne è stata ritrovata nel parcheggio delle funivie di Cervinia, gli sci appartenenti all’uomo non erano all’interno dell’abitacolo. Con ogni probabilità Donà ha lasciato la macchina al parcheggio e ha raggiunto la vetta. Grazie al gestore telefonico è stato geolocalizzato il suo cellulare, e, da quanto appreso sarebbe nel medesimo punto da ieri. Ora starà ai soccorsi riuscire a trovare il luogo esatto. Le ricerche sono proseguite per tutta la notte. Sul posto stanno lavorando il Soccorso Alpino valdostano e la Guardia di Finanza, che ieri hanno perlustrato la zona alta tra 2,500 e 3,600 metri di quota.

Questa mattina, con le prime luci dell’alba, si è alzato in volo un elisoccorso, il cui esito della missione è risultato però negativo. Al momento è partito un altro elicottero. Non si sa per ora il motivo esatto della scomparsa dello sciatore. Potrebbe trattarsi di un incidente o di un malore improvviso. La cosa certa è che i soccorritori stanno facendo tutto il possibile per riuscire a ritrovare l’uomo nel più breve tempo.

Commenti