Selfie mortale: muore tentando di scattarsi una foto

Madalyn Davis si trovava ad un party quando, insieme a sette altri amici, ha deciso di recarsi alle scogliere di Diamond Bay per poter vedere il sole sorgere. Purtroppo però qualcosa è andato storto

Madalyn Davis era una modella britannica che stava girando l'Australia soltanto con il suo zainetto sulle spalle. Si trovava ad un party a Vaucluse sabato notte, vicino Sydney, quando insieme ad altri sette amici ha deciso di recarsi sulle scogliere di Diamond Bay. Lì l'obiettivo era riuscire a vedere l'alba. Purtroppo però il tutto non è andato secondo i piani e la ragazza a 21 anni è morta mentre stava tentando di scattarsi un bel selfie. La ragazza è caduta da circa 30 metri di altezza intorno alle sei e trenta del mattino.

L'errore in questo caso sarebbe da attribuire all'incoscienza dei ragazzi: infatti, secondo una prima ricostruzione che si legge sul Mirror il gruppo di amici dopo aver scavalcato una recinzione si sarebbe seduto ai bordi della scogliera. Le scogliere di Diamond Bay sono conosciute per essere uno dei punti preferiti dei turisti per farsi i selfie; tutte intorno sono circondate da recinzioni e barriere proprio per evitare che i turisti cadano rovinosamente giù. Purtroppo però moltissime volte le persone scavalcano le barriere per potersi scattare selfie migliori e spericolati. La famiglia di Madalyn era preoccupatissima visto che generalmente la ragazza li chiamava a Lincoln, in Inghilterra, quasi tutti i giorni spiegando gli spostamenti che faceva all'interno del territorio australiano dove si trovava in viaggio durante un momento di riposo dal suo lavoro di modella. Un membro della sua famiglia era arrivato addirittura a scrivere disperatamente su Facebook: "Nessuna notizia di Madalyn? Per favore, se qualcuno è stato con lei sabato notte mi scriva". Dopo qualche ora un altro membro della famiglia ha confermato che la ragazza è morta dopo essere volata da 30 metri nel tentativo di scattarsi un selfie mentre stava albeggiando: "Maddie era bella sia dentro che fuori. Era uno spirito libero".

Anche gli amici che erano con lei durante quel rovinoso selfie hanno voluto dire la loro. La ragazza stava girando l'Australia con alcuni compagni che conosceva da una vita: "La conoscevo da quando avevamo appena tre anni. Era un cuore nobile, una bravissima persona. Fa male non averla più con noi". Madalyn aveva detto ad un ragazzo, circa un mese fa, che stava affrontando uno dei più bei viaggi di tutta la sua vita. Era partita dalla Thailandia ed era approdata in Australia, dove aveva scritto su una foto postata sul suo profilo Instagram: "Non posso crederci che sto viaggiando già da più di un mese". Gli amici, dopo averla vista cadere giù, hanno immediatamente chiamato il numero del pronto intervento. Dopo alcune ore di ricerche avvenute sia per vie aeree che marittime il corpo della ragazza è stato trovato intorno alle 10:30 di sabato mattina. Le autorità nel frattempo ricordano ai giovani che un selfie non vale quanto una vita umana, e se le barriere sono poste ai bordi delle scogliere di Diamond Bay è perché quel posto è molto pericoloso.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Lun, 13/01/2020 - 12:29

in inglese è stato coniato un nuovo termine, selficide

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Lun, 13/01/2020 - 13:34

Altra candidata al Darwin Award 2020.