Telefonata Conte-Trump. Il premier: "Grato agli americani"

Il premier Giuseppe Conte ha avuto una lunga telefonata con il presidente Usa Donald Trump. "Molto grato per la solidarietà e il sostegno degli amici americani"

Gli Stati Uniti a fianco dell'Italia nell'affrontare l'emergenza coronavirus. In serata il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha avuto una "lunga e amichevole conversazione" con il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Lo ha annunciato lo stesso premier su Twitter. "Sono molto grato per la solidarietà e il sostegno degli amici americani - scrive il premier Conte -Continuiamo a lavorare insieme per vincere questa difficile sfida". Nella stessa giornata, il Presidente Usa aveva avuto un lungo colloquio telefonico con l'omologo russo, Vladimir Putin, per discutere di una possibile cooperazione tra i due Paesi nella lotta contro il coronavirus.

In un'intervista rilasciata al Corriere della Sera, lo stesso Trump ha spiegato che il governo americano sta aiutando l'Italia anche "monetariamente. Vedremo nelle prossime ore che cosa significhi in concreto questo impegno". Inoltre, per quanto concerne l'aiuto americano al nostro Paese, come fa sapere sempre il Corriere della Sera, il Pentagono ha inviato al ministero della Difesa italiano “un sistema mobile di stabilizzazione dei pazienti (Erpss)". Si tratta di un'unità da 10 posti per assistere fino a 40 pazienti in 24 ore. Come ha sottolineato l'ambasciatore americano in Italia, Lewis Eisenberg, a Mezz'ora in più su Raitre, rispetto agli aiuti di Cina e Russia all'Italia che hanno fatto tanto discutere e generato un ampio dibattito, Washington interviene a fianco del nostro Paese senza farsi troppa pubblicità e senza troppi megafoni.

"L'esercito, i medici e i cittadini collaborano a questa sfida contro il coronavirus senza megafoni. Per gli Stati Uniti e l'Italia è difficile sviluppare una relazione ancora più stretta degli ultimi anni e che non è mai cambiata". Poco più tardi di una settimana fa, il governo italiano, attraverso il ministro della Difesa Lorenzo Guerini, aveva lanciato un appello diretto al segretario alla Difesa americano, Mark Esper, per aiuti militari nella lotta contro il coronavirus. Appello che è stato raccolto anche dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump, come dimostra la telefonata fra il tycoon e il premier Conte di poco fa. Nei giorni scorsi, scrive Formiche, all’aeroporto di Villafranca di Verona è inoltre arrivato un Dc8 decollato Greensboro, North Carolina. Portava a bordo un ospedale da campo con apparecchiature tecniche spedito in Italia dalla Samaritan’s Purse, un’organizzazione umanitaria cristiana evangelica americana. L’ospedale è operativo a Cremona, una delle aree più colpite dalla sindrome Covid-19 connessa alla coronavirus.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.