Il vescovo attacca Salvini: "Accoglienza obbligata da Vangelo"

Il vescovo di Noto, mons. Staglianò, ha richiamato sull'accoglienza il ministro Matteo Salvini. Per un cattolico non esisterebbe altra via

Il vescovo attacca Salvini: "Accoglienza obbligata da Vangelo"

Accogliere i migranti è un dettame del Vangelo. Questo, in sintesi, è il pensiero che il vescovo di Noto, monsignor Staglianò, ha indirizzato al ministro dell'Interno Matteo Salvini. La Chiesa cattolica, specie dopo la ricomparsa del rosario nel comizio milanese del leader del Carroccio, è ancora più impegnata su questo fronte. Il presule, che è incaricato in Sicilia, ha detto la sua all'agenzia Adnkronos. Non esiste insomma alternativa per una persona che si professa cattolica: la chiusura dei porti e la "mentalità chiusa" in materia di gestione dei fenomeni migratori sarebbero respinti dagli stessi testi sacri, che prescrivono solo l'incontro con l'altro.

Il presule approfondisce la sua visione: "Dire il Vangelo oggi con i fatti significa accogliere queste persone - ha specificato alla fonte citata - . E il ministro Salvini non può non registrare la disponibilità che i vescovi italiani hanno espresso. Mente chi dice che la nostra è una presa di posizione solo a parole, abbiamo aperto i nostri conventi, le nostre case, le nostre strutture". Non è la prima volta che l'ecclesiastico in questione interviene in questi termini. Staglianò si è già distinto per essere un critico fervente di quanto messo in campo dal leader politico del Belpaese. Può essere segnalato, tuttavia, pure un ragionamento per nulla buonista sul fatto che le responsabilità, sull'immigrazione, andrebbero redistribuite sulla base di una concezione multilaterale. L'Unione europea, per farla breve, non può defilarsi e anzi viene chiamata in causa da monsignor Staglianò senza giri di parole. Matteo Salvini, intanto, pare impegnato sul fronte del governo.

Questa della rintracciabilità della necessità dell'accoglienza nel Vangelo è una tesi condivisa pure da papa Francesco, che sui migranti è intervenuto decine di volte dall'inizio di quest'anno.

Commenti