Brescia, le foto di Francesco Cito raccontano quel Sud all'altare

In mostra dall'1 ottobre fino al 10 novembre alla Wavegallery presso Planet Vigasio gli scatti dei matrimoni napoletani tra eccessi, pacchianeria e tenerezza

Siete mai stati ad un matrimonio napoletano?

Se vi è capitato, sapete bene che si tratta di un'esperienza che non si dimentica facilmente.

Impossibile, poi, se a immortalare il matrimonio è uno dei più grandi photoreporter italiani di questo secolo, Francesco Cito. Napoletano di nascita, Cito lascia giovane la sua città per raccontare il mondo da dietro l'obiettivo. Israele, Palestina, Libano, Iraq, Kuwait: ovunque ci sia un conflitto e soprattutto storie, vite da raccontare. Ma a Napoli, si torna. Sempre.

E così un giorno, mentre è in taxi con un collega, il fotografo si imbatte in una scena assolutamente imperdibile: a Castel dell'Ovo due sposi sono accerchiati da una vera e propria equipe guidata da un fotografo che dà indicazioni, a sposi e tecnici, alla stregua del più consumato regista hollywoodiano. Cito fa fermare il taxi e scende per immortalare il quadro.

Da lì inizia una lunga serie di scatti che colgono gli aspetti più kitsh, divertenti, ma anche più intimi di quello che per i napoletani è un giorno in cui vige la regola: l'importante è esagerare.

C'è il matrimonio dei camorristi, c'è il matrimonio dei poveracci, ancora più in grande di quello dei milionari. C'è la sposa con il vestito tempestato di diamanti, c'è lo sposo che ti guarda con una faccia “antica”, ci sono gli sposi che siedono al tavolo e invece che scambiarsi effusioni contano i soldi che hanno ricevuto. Nella busta, naturalmente.

Un carnevale di umanità che fa sorridere e allo stesso tempo intenerisce con le sue esagerazioni in mostra da sabato 1 ottobre a Brescia negli spazi Planet Vigasio in via Pusterla. In occasione infatti della notte bianca della cultura che animerà la città dal pomeriggio fino a mezzanotte, la Wavegallery, storica galleria fotografica del centro, coglie l'occasione per presentare al pubblico la sua nuova sede.

Un'inaugurazione effervescente e spettacolare con scatti che restituiscono tutto il sapore di un Sud fantasioso, a tratti pacchiano, ma assolutamente irresistibile.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.