Cronache

Ragazza 19enne di Padova fugge in Siria per combattere con l'Isis

La giovane marocchina è scomparsa da alcuni giorni e per i Ros sarebbe andata in Siria per sostenere lo Stato Islamico

Ragazza 19enne di Padova fugge in Siria per combattere con l'Isis

Solo 19 anni anni e la voglia di combattere per i tagliagole dell'Isis. Di sostenere la guerra santa del Califfato. Di portare avanti il Jihad. Come tanti altri ragazzi europei, la 19enne di Padova che da qualche giorno manca da casa si sarebbe radicalizzata su internet fino ad arrivare al gesto di abbandonare la famiglia per andare a combattere il Jihad.

Su questa adolescente di Padova si stanno ora concentrando le indagini del Ros di Padova e della Procura distrettuale di Venezia. A riportare la notizia è Il Mattino: la ragazza manca da casa da qualche giorno e gli investigatori stanno indagando sul suo percorso di radicalizzazione e sulla sua presenza nelle milizie dell’Isis.

Di lei al momento si sa poco. Le indagini del Ros procedono nel massimo riserbo. Quello che è certo è che la ragazza ha origini marocchine e che frequenta un istituto superiore nel padovano. Una storia come tante, ma che evidentemente nascondeva una vita parallela online capace di affascinarla all'Islam radicale tanto da indurla a superare i confini che dividono l'Italia dalla Siria e raggiungere il Califfato.

Non è il primo caso su cui gli investigatori veneti si sono trovati a lavorare. Sono ancora freschi i faldoni delle inchieste su Ismar Mesinovic, l'imbianchino bosniaco di Longarone radicalizzato dall'imam Bilal Bosnic che ha abbandonato la moglie, si è portato in Siria il bambino di due anni ed è stato ucciso nel gennaio del 2014.

Non solo. Perché nel mese scorso sono stati espulsi dal territorio italiano Anass Abu Jaffar, 26 anni, e Arslan Osmanoski, macedone residente a pordenone. In entrambi i casi, erano stati proprio gli investigatori veneti a dare il via alle indagini.

Investigatori ormai costretti agli straordinari per sventare il pericolo di terrorismo in Italia e frenare i foreign fighter. Dopo la notizia dell'arresto oggi a Brescia di una cellula terrorista pronta a colpire Roma e Milano, trapelano ora anche le notizie della 19enne marocchina fuggita di casa per vivere sotto la bandiera nera dell'Isis.

Commenti