Usa, deputata musulmana minimizza l'11 settembre: "Hanno fatto qualcosa..."

Bufera su una delle due deputate musulmane al Congresso Usa per una frase che sembrava minimizzare le stragi dell'11 settembre

Usa, deputata musulmana minimizza l'11 settembre: "Hanno fatto qualcosa..."

"Alcune persone hanno fatto qualcosa...". È questo ciò che pensa dell'attentato dell'11 settembre Ilhan Omar, deputata musulmana al Congresso degli Stati Uniti. La frase che minimizza il più grosso attentato terroristico degli ultimi anni - nel quale sono morte 3mila persone - è stato pronunciata da Omar durante un discorso al Council on American-Islamic Relations. Omar aveva affermato che era stato fondato dopo l'11 settembre "perché si è riconosciuto che alcune persone avevano fatto qualcosa e che tutti stavamo cominciando a perdere accesso alle nostre libertà civili".

Su di lei, giustamente, è scoppiata una bufera. A prendere una delle posizioni più nette è stato il New York Post, che ha aperto il quotidiano con una foto delle Torri Gemelle che vanno a fuoco. "Ecco il tuo qualcosa", c'è scritto in apertura del giornale.

E la Ocasio-Cortez la difende

Per Alexandria Ocasio-Cortez, attivista newyorchese e astro nascente del partito, quello del Post è "un attacco con motivazioni politiche" che si inserisce in un'offensiva contro Ilhan Omar che rasenta "l'incitamento ala violenza contro le donne progressiste di colore". "Questo non è normale, esula dal normale livello di dibattito o retorica politica", ha aggiunto. Un'altra deputata democratica, Ayanna Pressley del Massachusetts, ha accusato il quotidiano di Rupert Murdoch di "manipolare" le frasi della Omar che erano "chiaramente" dirette contro l'islamofobia nell'America del dopo-11 settembre.

Commenti

Grazie per il tuo commento