Un italiano su tre vive da solo: +41% in dieci anni

Le percentuali più elevate di single in Liguria (40,9%), Valle d’Aosta (39,6%) e Friuli-Venezia Giulia (35,6%). Le più basse nel Meridione

Un italiano su tre vive da solo: +41% in dieci anni

Gli italiani sono sempre più soli. E (anche per questo motivo) spendono sempre più soldi per fare la spesa. Lo dice uno studio della Coldiretti basato sui dati dell'ultimo censimento. Quasi uno su tre vive da solo (31%) con le famiglie composte da un unico componente che sono salite di quasi 7,7 milioni: l'aumento, negli ultimi dieci anni, è dell’11,5%. Il cambiamento della struttura familiare - spiega Coldiretti - influenza profondamente i bisogni ed i comportamenti socioeconomici degli italiani. Infatti vivere da soli è più costoso: i single in Italia spendono per gli acquisti alimentari oltre il 60% in più rispetto alla media delle famiglie italiane, secondo una analisi Coldiretti sulla base dei dati Istat dalla quale si evidenzia che la spesa media per alimentari e bevande di un single è di 332 euro al mese mentre ogni componente di una famiglia tipo di 2,3 persone ne spende 204.

Le percentuali più elevate di single si registrano in Liguria (40,9%), Valle d’Aosta (39,6%) e Friuli-Venezia Giulia (35,6%), mentre percentuali più basse del valore nazionale si hanno per quasi tutte le regioni del Meridione

Per Coldiretti "a far aumentare le famiglie unipersonali è stato soprattutto l’invecchiamento della popolazione con un crescente numero di persone anziane che vivono sole". Ed è proprio in questa fascia che si concentra il maggior disagio sociale. In Italia nel 2013 ci sono stati, ben 578.583 over 65 anni di età (+14% rispetto al 2012), che sono dovuti ricorrere ad aiuti alimentari facendo la fila davanti alle mense o alle associazioni caritatevoli o chiedendo in aiuto pacchi alimentari.

 

Commenti