Mondadori compra Banzai e diventa 1° editore digitale italiano

L’acquisizione di Banzai Media Holding (che include siti come PianetaDonna, Giallo Zafferano, Studenti.it e Mypersonaltrainer) per 45 milioni di euro. Ernesto Mauri, ad del Gruppo Mondadori: "Ci darà un deciso impulso nel digitale"

Grandi movimenti nel mondo dell'editoria digitale. Il gruppo Mondadori annuncia un accordo per l’acquisizione dei siti media di Banzai e diventa, così, il primo editore digitale italiano. "I termini dell’operazione - si legge in un comunicato - attribuiscono a Banzai Media Holding un valore pari a 45 milioni di euro, suddiviso in una componente fissa di 41 milioni di euro e un earn-out di 4 milioni di euro". Il corrispettivo da pagare, al netto di un indebitamento finanziario netto normalizzato stimato di 16,4 milioni di euro, è pari a 24,6 milioni di euro. L’acquisizione porterà a Mondadori oltre 8,9 milioni di utenti unici già attivi e alcuni siti di particolare rilevanza nel mercato italiano come PianetaDonna, Giallo Zafferano, Studenti.it e Mypersonaltrainer.

L’accordo prevede inoltre per Banzai la disponibilità di spazi pubblicitari per tre anni, con un beneficio stimato di circa 7 milioni di euro. Mondadori raggiungerà la leadership nei verticali women, food, health & wellness, aree strategiche che consentono di integrare e ampliare l’offerta multicanale dei brand già in portafoglio, e con rilevanti potenzialità di crescita anche attraverso innovazione di prodotto e iniziative di brand extention.

Mauri: "Impulso deciso nel digitale"

"Siamo particolarmente orgogliosi di aver raggiunto un altro importante traguardo nel piano di sviluppo di Mondadori dopo l'operazione Rizzoli Libri - afferma Ernesto Mauri, ad del Gruppo Mondadori - che ci consolida nella posizione di primo gruppo editoriale italiano. In questi mesi stiamo vivendo una nuova fase di crescita, finalizzata all'ulteriore rafforzamento delle nostre attività strategiche: i libri e i magazine. L'acquisizione di Banzai Media Holding ci permette di accelerare il processo di trasformazione del nostro Gruppo, già portato avanti con successo grazie alle azioni di recupero di redditività e la conseguente capacità di investire nel core business". "Oggi - prosegue Mauri - abbiamo concluso un'operazione che ci darà un deciso impulso nel digitale, indispensabile per far evolvere i nostri magazine, ambito in cui siamo già leader con oltre il 30% del mercato grazie al portafoglio più diversificato e di qualità presente in Italia". "Raggiungiamo oggi una massa critica nell'online che consentirà a Mondadori di giocare anche in questo settore un ruolo da protagonista, comparabile - in termini di audience - a quello degli over the top - conclude - con una proposta di contenuti, servizi e ricavi pubblicitari superiore a tutti gli altri player".

Scott Jovane: "Ci concrentriamo sull'e-commerce"

"Banzai si concentra sull’e-commerce - afferma Pietro Scott Jovane, amministratore delegato di Banzai - la nostra strategia viene ulteriormente rafforzata dai proventi della cessione di Banzai media holding. Dotiamo quindi il nostro gruppo e-commerce di risorse determinanti per accelerare la crescita, anche alla luce degli incoraggianti dati di sviluppo del mercato del commercio elettronico che in Italia è atteso crescere nei prossimi cinque anni con un Cagr (il tasso di crescita annuo composto, ndr) del 16%, 6 punti sopra la media di Francia, Regno Unito e Germania". Scott Jovane precisa che punta ora "a rafforzare ulteriormente la posizione di leadership di Banzai, primo player italiano nel mercato domestico dell’e-commerce e di ePRICE, leader assoluto nel mercato online dei grandi elettrodomestici".