Sisal investe nella sostenibilità per un futuro più responsabile

Presentato il Bilancio 2020: dalla call for ideas GoBeyond con 160 startup alle certificazioni Gioco responsabile fino alla riduzione dell'impatto sull'ambiente. Tre importanti obiettivi da raggiungere entro il 2030: Zero Giocatori Problematici, Zero Gender Pay Gap, Zero Emissioni

Francesco Durante, ceo di Sisal
Francesco Durante, ceo di Sisal

Accelerazione decisa sulla strategia di sostenibilità e sulle performance ambientali, sociali e di governance di Sisal che punta a raggiungere tre importanti obiettivi per il 2030 nel 12esimo Bilancio di Sostenibilità che rendiconta le attività di Corporate Social Responsibility dell’azienda e presenta l’evoluzione nel medio-lungo periodo. Numerose le attività realizzate nell’ambito di quattro pilastri: Persone, Consumatore, Comunità, Pianeta.

Azioni che nel 2020 hanno prodotto diversi impatti: la call for ideas GoBeyond ha raccolto oltre 160 startup e in queste settimane è nel vivo della sua quinta edizione; le oltre 20 mila ore di formazione erogate alle persone di Sisal - quasi 1200 - coinvolte sui programmi legati al Gioco Responsabile; quasi 7 tonnellate di CO2 risparmiate.
Nel 2020 sono state anche rinnovate per la quarta volta le certificazioni della European Lotteries (EL) e della World Lottery Association (WLA) e Sisal ha ottenuto la medaglia Silver di Ecovadis, una delle più importanti piattaforme internazionali di rating della eco-sostenibilità.

Continua così i’mpegno per far evolvere il proprio modello di business in maniera sempre più sostenibile per costruire un futuro più responsabile, base di ogni scelta e delle strategie dell’azienda. La presentazione del Bilancio è stata l’occasione per annunciare i tre obiettivi che Sisal si impegna a raggiungere entro il 2030: Zero Giocatori Problematici, Zero Gender Pay Gap, Zero Emissioni nette di CO2.

Sisal continua ad accelerare sul proprio programma di Gioco Responsabile per assicurare un gioco equilibrato e lontano dagli eccessi con l’obiettivo di raggiungere Zero giocatori problematici e nell’ultimo anno molte sono state molte le azioni concrete: riduzione dei limiti di deposito, la prima ricerca che ha coinvolto oltre 15000 clienti online per analizzare i loro comportamenti di gioco e l’introduzione di un algoritmo per identificare i giocatori a rischio. Per assicurare un modello di gioco consapevole, è stato anche avviato un percorso di formazione che coinvolge tutti i dipendenti e la rete di punti vendita.

L’attenzione di Sisal verso le tematiche di Gender Equality è testimoniata dall’obiettivo di ottenere Zero Gender Pay Gap entro il 2030, ovvero il divario retributivo tra uomo e donna.
“Alla fine dello scorso anno, la popolazione aziendale contava 2.170 persone di cui il 39% donne, con una percentuale di differenza retributiva per genere pari al -12,9%. Per monitorare il proprio impegno - si sottolinea - Sisal ha deciso di introdurre, oltre alla certificazione del Winning Women Institute, anche l’Inclusion Impact Index, una misura organizzativa della diversità di genere attivata in collaborazione con Valore D, associazione di imprese che promuove l’equilibrio di genere e una cultura inclusiva per la crescita delle aziende e del Paese”.

Nell’ambito della sostenibilità ambientale, Sisal ha aumentato il presidio per migliorare il proprio impatto. La riduzione di quasi 7 tonnellate di CO2, la salvaguardia di oltre 46mila litri di acqua e un crescente impegno sulla sostenibilità del digitale sono il primo step di una strategia di lungo periodo che porterà alla riduzione del 10% di utilizzo di carta, del 30% di emissioni nette di CO2 e il raggiungimento del 50% di utilizzo di energia proveniente da rinnovabili. Obiettivo: raggiungere il progressivo azzeramento delle emissioni dirette e indirette di CO2 nelle sedi aziendali, anticipando il traguardo di Zero emissioni nette di CO2 nel 2030 fissato per il 2050 dall’Unione Europea.

Commenti