Brasile Proposta di legge per il divorzio via Internet

Se siete d’accordo per divorziare, basta mandare una mail con il consenso e i documenti del matrimonio al giudice e il gioco è fatto. Funzionerebbe così il divorzio via web nel progetto di legge proposto al Congresso di Brasilia sulla base del «divorzio istantaneo» adottato dal Portogallo dall’anno scorso. In Brasile, sono oltre 150mila le coppie che divorziano ogni anno. Un numero rilevante che pesa non poco sulla burocrazia e i giudici che potrebbero essere impiegati in altri settori. La senatrice Patricia Saboya (definita anche la donna più bella del Congresso) ha presentato in questi giorni un progetto di legge che ridurrebbe drasticamente tempi e costi necessari per il divorzio. La misura riguarderebbe comunque solo le coppie disposte al divorzio consensuale, senza figli minorenni o incapaci. «Il divorzio senza figli non è altro che un contratto civile da sciogliere, quindi è compito dello Stato facilitare al massimo le cose per chi ne è coinvolto, che siano i coniugi che siano i funzionari statali, per ridurre gli sprechi», ha commentato Saboya.

Commenti