Francia, incidente a una centrale nucleare

A creare problemi sarebbe una reazione chimica portata rapidamente sotto controllo. Ci sarebbero almeno due feriti

Paura in Francia. Un incidente con almeno due feriti si è verificato alla centrale nucleare di Fessenheim, nell’est del Paese. Tuttavia Edf, il gigante dell’energia francese, ha subito fatto sapere che l’incidente è stato risolto.

Secondo quanto riferito dalla televisione Bfm, si sarebbe trattato di un "principio di incendio di natura chimica" che ha provocato il ferimento di "diverse persone". Tuttavia, per Charlotte Mijeon dell’organizzazione antinucleare "Sortir du nucleare", ci sarebbe stata una fuoruscita di vapore che "di per sé non è grave", ma che potrebbe essere il sintomo di un incidente serio. Secondo le prime ricostruzioni, l’allarme sarebbe scattato alle 15,50. I primi rapporti parlavano di un principio di incendio, ma secondo quanto reso noto dalla prefettura dell’Alto Reno che ha inviato sul luogo una cinquantina di pompieri, si sarebbe trattato di "una reazione provocata dall’immissione in un serbatoio di perossido di idrogeno". Quando questo è entrato a contatto con l’acqua, ha provocato dei fumi che hanno investito i due dipendenti provocando loro bruciature. Dal punto di vista della sicurezza la situazione è comunque sotto controllo.

La centrale di Fessenheim si trova nella regione di Strasburgo, a pochissimi chilometri dal fiume Reno che segna il confine tra la Francia e la Germania e a una sessantina di chilometri a nord dal confine svizzero, e possiede i due più vecchi reattori funzionanti in Francia. Sono, infatti, attivi dal 1978 e rappresentano il 75% dell’intera produzione di energia nazionale. I due reattori da 880 Mw ognuno sono stati costruiti dalla Framatome. La centrale sorge vicino a una centrale idroelettrica fluviale che le consente di non dover utilizzare torri di refrigerazione in caso di basso apporto di acqua dal fiume. Già ad aprile dell’anno scorso la centrale è stata vittima di un guasto. Dopo il disastro nucleare di Fukushima, l’impianto è diventato il bersaglio degli ambientalisti.

Commenti