Minore rapita e portata in Pakistan per le nozze. Un uomo in arresto

Italiano di origini straniere accusato di avere fatto espatriare la ragazza con documenti falsificati

I carabinieri di Velletri e la polizia di frontiera dell'aeroporto di Fiumicino hanno arrestato un cittadino italiano di origine pakistana, un 55enne residente nel comune di Zagarolo. È accusato di avere portato una minore nel suo paese d'origine, per il matrimonio con l'uomo a cui era promessa in sposa.

Gli investigatori, che stanno verificando se altre persone siano coinvolte nella vicenda, cercano nel frattempo di riportare in Italia la ragazza, 16enne, di cui i genitori avevano denunciato la scomparsa a novembre 2013. Residente nel comune dei Castelli romani, è arrivata in Pakistan con un passaporto contraffatto.

L'uomo che i carabinieri hanno fermato aveva acquistato il 5 novembre due biglietti di andata per il paese d'origine, di cui uno a nome della ragazza e uno di ritorno. Una volta in Pakistan, avrebbe fatto sposare la giovane con un suo connazionale.

Le forze dell'ordine hanno attesso che il cittadino italiano rientrasse in patria lo scorso 19 marzo, aspettandolo all'arrivo del volo da Dubai, dove aveva fatto scalo.

Commenti