Russia, per protesta s'inchioda i testicoli in Piazza Rossa a Mosca

Il 29enne Pyotr Pavlensky voleva richiamare l'attenzione dei suoi concittadini su un Paese che sta diventando "Stato di polizia"

Russia, per protesta s'inchioda i testicoli in Piazza Rossa a Mosca

Per protestare contro una Russia che sta diventando "uno stato di polizia", l'artista Pyotr Pavlensky ha scelto la via più dolorosa. Il 29enne si è inchiodato i testicoli alla pavimentazione della Piazza Rossa di Mosca, nel giorno in cui si celebra la Festa della polizia.

Pavlensky, originario di San Pietroburgo, ha scelto di protestare in un modo estremo, certo che la cosa gli avrebbe garantito visibilità. Nudo, si è piantato un lungo chiodo tra i testicoli, sul ciottolato della piazza. Fermato dalla polizia dopo pochi minuti, il giovane è stato trasportato in ospedale.

L'artista non è nuovo a performance discutibili. Alcuni mesi fa si era cucito la bocca per protestare contro l'incarcerazione di due membri della band punk Pussy Riot. Nadia Tolokonnikova e Maria Aliokhina, questi i nomi delle due donne, sono state condannate a scontare due anni per avere messo in scena una "preghiera anti Putin" giudicata blasfema nella cattedrale ortodossa di Mosca.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti