Napolitano: "Crisi angosciante impone soluzioni efficaci"

Nell'anniversario della morte di D'Antona, Napolitano chiede attenzione su occupazione e sviluppo economico

Napolitano: "Crisi angosciante impone soluzioni efficaci"

In occasione dell'anniversario dell'uccisione di Massimo D'Antona, giuslavorista ammazzato nel 1999, il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha ricordato oggi la centralità delle tematiche legate a lavoro e occupazione.

In un messaggio in cui ricorda la tragica morte del giurista, richiama "istituzioni, forze sociali e imprese" ad attuare "efficaci soluzioni per rilanciare l'occupazione e lo sviluppo economico e sociale" italiano, in un periodo di "crisi angosciante e drammatica".

"A quattordici anni dal vile attentato che lo sottrasse all'affetto dei suoi cari", il presidente ricorda D'Antona nel suo "impegno scientifico al fianco delle istituzioni" per "un percorso di rinnovamento" della legislazione del mondo del lavoro.

In un incontro con il ministro Quagliariello e i presidenti delle Commissioni affari costituzionali, Napolitano ha verificato la comune volontà di spingere sulla strada di modifiche costituzionali per un funzionamento più efficace dei poteri dello Stato.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento