"Votate la mia compagna". Sms di Franceschini pubblicato da Grillo

Con una compagna in lizza per un posto in Assemblea, al ministro tocca anche fare campagna elettorale per le comunali, via sms

"Votate la mia compagna". Sms di Franceschini pubblicato da Grillo

"Caro xxx, se voti a Roma posso proporti di dare la preferenza a Michela di Biase, la mia compagna, che si candida in consiglio comunale? Dario". Il dario in questione è Franceschini, esponente del Partito Democratico e ministro per i Rapporti con il Parlamento. Il voto in ballo è quello per l'elezione del Campidoglio. Il messaggio circola tra i contatti del "compagno FranceschinI", come lo chiama sbeffeggiandolo Beppe Grillo dal suo blog.

L'ex segretario del Pd, nonché ex capogruppo alla Camera, prova a fare campagna elettorale tra i suoi conoscenti, più o meno stretti. A racimolare qualche voto per la Di Biase, in lizza per un posto all'assemblea capitolina. A mettere alla berlina Franceschini ci pensa il blog Il Portaborse, che si chiede come faccia a seguire i suoi impegni da ministri e insieme ad aiutare la compagna. E saggiamente conclude: "Si sa tutti teniamo famiglia".

Nel pomeriggio la risposta di Franceschini a Grillo, che ripubblica la notizia del Portaborse. "Mi domando - si chiede l'esponente del Pd - se una persona impegnata in politica ha più diritto ad una vita privata. Ho mandato un sms dal mio cellulare privato a poco più di una decina di amici personali per chiedere di votare la mia compagna, che fa politica da molto prima di conoscermi in un municipio della periferia romana a Centocelle e che ha deciso di candidarsi in consiglio comunale a Roma".

Commenti