Italia terra promessa dei Vip stranieri

Un imbarcadero inconfondibile. Lo sfondo di quel ramo del lago di Como e lui, abito color panna, Elisabetta Canalis di fronte, si gode le atmosfere italiche. George Clooney, nelle foto emblema del gossip dell'estate scorsa, in una villa Oleandra assediata dai paparazzi, ancora una volta ha regalato a Laglio gli onori delle cronache, e il fascino del Belpaese, come sempre, ha fatto il giro del mondo. La presenza della star, che ha smentito la notizia su una presunta vendita della sua splendida magione, ha fatto registrare un aumento del 30 per cento del turismo a Laglio e zone limitrofe e i prezzi del mattone, anche nei paesi del primo bacino del lago, sono quasi raddoppiati: da 2500/3000 a 5000 euro al metro quadro. Da anni Clooney ha eletto le sponde manzoniane a luogo del suo buen retiro, contagiando amici come Matt Damon, Brad Pitt e Angelina Jolie, già protagonisti di trattative riservate per nobili dimore, casali e terreni di casa nostra. Ma non sono stati i soli ad innamorarsi dei luoghi lacustri lombardi. Nel lago di Como hanno gettato l'ancora un nutrito drappello di magnati russi, come il potente Arkadij Novikov, che per 35 milioni di euro, due anni fa, ha acquistato dalla famiglia Versace villa Fontanelle. Ad Argegno invece troviamo l'ucraino Alexander Rodnyansky, fondatore del più grande gruppo televisivo privato dell'Est europeo. Tra gli italiani d'adozione, i russi sono i più numerosi, ma la colonia di stranieri che sceglie lo stivale per acquistare nuove proprietà si rimpolpa a vista d'occhio. Secondo le percentuali dettate dalle statistiche Fiaip, ai primi posti nella caccia agli investimenti immobiliari in Italia, oltre alla Russia, troviamo Gran Bretagna, Germania e Francia. Gli inglesi e i francesi sono attratti dal mercato toscano e umbro, i tedeschi prediligono la riviera romagnola e le coste tra Veneto e Friuli, gli Stati Uniti puntano su Liguria,
Puglia e Sicilia e i russi sul nord Italia. Ville, casali, trulli, ma non solo. Nei sogni degli acquirenti, che arrivino da Oltreoceano, Oltremanica o dai Paesi dell'Est, vanno per la maggiore anche loft e bilocali tra i trecento e i cinquecento mila euro. Tanti si fanno avanti per acquisti più abbordabili. Tante le star hollywoodiane, gli artisti, gli imprenditori e i soliti cultori di affari immobiliari da svariati milioni di euro. Tutti accomunati da un unico credo: in Italia si sta meglio che in qualsiasi altro luogo al mondo. Ed è così che, lasciate le residenze di Parigi, New York e Montecarlo, Fernando Botero e la moglie Sophia Vari, ritrovano la loro «oasi di pace» nello studio di Marina di Pietrasanta, Richard Branson, magnate della Virgin, si rifugia a Lenno, nella protettissima villa Cassinella e il premio Oscar Helen Mirren, appena può, raggiunge la sua masseria del Cinquecento nel feudo di Tiggiano, nel Salento. Sono in tanti che, complice la passione per le nostre tradizioni, mettono radici tra i vigneti del nostro Paese. Carole Bouquet, nelle terre intorno al suo dammuso, a Pantelleria, si diletta a produrre il passito doc «Sangue d'oro», mentre Sting, appassionato di agricoltura biologica, ha acquistato una tenuta di trecento ettari, con tanto di villa e collina boscosa, a Figline Valdarno, dando così lustro all'azienda agricola Il Palagio, un tempo del marchese di San Clemente, che oggi offre lavoro a quindici dipendenti, tutti rigorosamente toscani. «È qui che Sting passa tanto tempo insieme alla sua famiglia. È qui che ha composto gli ultimi brani ed è in questa proprietà che il prossimo maggio presenterà l'ottimo Chianti classico di sua produzione» racconta Gelasio Gaetani d'Aragona, grande amico della rockstar inglese, ora impegnato nella produzione del vino. «È affezionato a questi luoghi - continua - li considera casa sua, anche se si fa vedere poco in giro e ha scelto di condurre una vita molto ritirata». Il rock spesso fa rima con le passioni tutte italiane. Peter Gabriel, leggenda dei Genesis, ha acquistato e ristrutturato un complesso alberghiero a Cannigione, nel golfo delle Saline, nei pressi di Arzachena, dove si trasferisce per alcuni mesi all'anno e dove gli è stata conferita la cittadinanza onoraria. È atteso per la prossima estate e tutti sperano possa regalare ai suoi compaesani un altro concerto in piazza come quello organizzato anni fa. Con l'estate si apriranno le porte delle ville in Costa Smeralda e sulla Costiera amalfitana. Quelle di Roman Abramovich a Porto Rotondo, di Fiona Swarovski a Capri e vicino alla spiaggia di Ira in Sardegna, e quella del re della vodka Roustam Tariko, una delle più affascinanti della Sardegna, già di proprietà di Karl Hahn, ex presidente del gruppo Volkswagen. Elton John e compagno sono sempre attesi a Venezia, nello splendido appartamento alla Giudecca, mentre aumenta il numero delle locazioni che stanno attirando l'attenzione di nuovi acquirenti. In pole position Abruzzo e Marche. Outsider con le carte in regola. I panorami mozzafiato del Conero e le dimore storiche abruzzesi strizzano l'occhio agli stranieri, spingendoli verso ulteriori trattative. E restano in tanti quelli che non demordono e che puntualmente, come il co-fondatore di Microsoft Paul Allen, tornano nei luoghi del cuore per eccellenza come Venezia, per scovare, tra calle e palazzi patrizi, un nido tutto italiano.

Commenti