Comune invia una diffida E la Lega: esercito nel suk

Sala chiama in causa la proprietà dell'area Potrebbe dover risarcire spese di vigili e Amsa

Chiara Campo

Qualcosa si muove, ma il suk di viale Puglie non ha ancora le ore contate. «Non assicuro che la soluzione possa arrivare in tempi brevi e non fisso date perchè non sono in grado di mantenere promesse» ha ammesso la vicesindaco Anna Scavuzzo intervenendo ieri in Commissione Sicurezza per un aggiornamento sui controlli effettuati tra 2019 e inizio 2020 dentro e intorno al mercatino della domenica che tante proteste solleva dai residenti nella zona. Una novità positiva è la diffida «dal proseguire a disinteressarsi di quanto avviene sull'area» che qualche settimana fa l'assessorato all'Urbanistica ha inviato alla società Ceschina, proprietaria dell'area, insieme all'ordine di demolire strutture abusive. «Nel caso di un'azione della magistratura - spiega Scavuzzo - tutti gli atti che il Comune può produrre su situazioni di illegalità o inadempienza sono importanti». Nell'atto si fa riferimento anche «alle spese per agenti e pulizia Amsa di cui ci stiamo facendo carico e per le quali riteniamo la proprietà corresponsabile, sono dell'idea che dovremo rivalerci. E abbiamo consegnato alla prefettura tutti i report dei controlli». La società Ceschina ha stipulato nel 2010 un contratto di locazione con gli «Amici vecchio mercatino delle pulci» e dal 2007 con «Hobby Park/Festival Park». Fuori dall'area ogni domenica si appostano come minimo una cinquantina di venditori abusivi e dentro, accanto a una quota di bancarelle che effettua regolarmente il «baratto» della merce, si vendono dalle bici alle motoseghe rubate, merce e cibi contraffatti o in pessime condizioni igieniche. A giugno sono scattati «pattuglioni» congiunti di vigili e forze dell'ordine, e ogni weekend la polizia locale è presente con 12 agenti e 2 ufficiali dalle 7 alle 19. Il bilancio nel 2019? Si parla di 355 persone controllate e 553 allontanate, 376 sequestri amministrativi e 38 penali di merce contraffatta o rubata, 2 arresti, 58 denunce a piede libero, 85 bici ritrovate, 1.273 multe per divieto di sosta, anche se spesso sono auto dei residenti che trovano le strisce gialle occupate dai furgoni. Da inizio 2020: 67 persone allontanate e 462 controllate, 3 sequestri penali e 19 amministrativi, 290 multe. «Bisogna rendere più complicato questo tipo di esercizio - insiste Scavuzzo - e la diffida è un tassello, la proprietà non può dire di non essere informata, dovrebbe almeno installare cancelli, gestire meglio la raccolta rifiuti». In caso negativo, la Procura («non penso non se stia occupando») potrebbe procedere col sequestro. Il capogruppo della Lega Alessandro Morelli mostra in Commissione cellulari e cd rubati acquistati nel suk e chiede misure urgenti: «Serve l'esercito, non 10 vigili, si vendono anche armi. Il mercato va chiuso». Scavuzzo ribatte che «il sequestro va autorizzato dai magistrati, non può farlo il sindaco». Il consigliere Fi Alessandro De Chirico ribatte che «i residenti sono stanchi delle tante promesse della giunta Sala. Si espropri l'area per realizzare il secondo lotto del parco Alessandrini».