Milano, tornano le multe a strascico con lo "street control"

La giunta Sala rispolvera lo street control: con telecamera e tablet i vigili potranno fare multe senza nemmeno scendere dall'auto

Milano, tornano le multe a strascico con lo "street control"

Dopo che Pisapia lo aveva mandato in soffitta, Giuseppe Sala rispolvera lo "street control" e a Milano tornano le multe "a strascico".

Come rivela oggi Repubblica, infatti, il temuto apparecchio che permette ai vigili di fotografare e multare le auto in divieto di sosta semplicemente passando con l'auto e senza nemmeno scendere a staccare il verbale è tornato operativo da lunedì scorso. Il dispositivo era stato lanciato in città dalla giunta Moratti su istanza dell'allora vicesindaco Riccardo De Corato, ma era stato poi accantonato dall'amministrazioe Pisapia. Ora sarà invece riutilizzato da due pattuglie al giorno in tutte le zone della città.

Come funziona lo street control

Il funzionamento è tanto semplice quanto implacabile contro la sosta selvaggia: il sistema è composto da una telecamera posta sul parabrezza dell'auto dei vigili e da un tablet in mano agli agenti. Mentre l'auto percorre le vie della città, la telecamera scatta due foto: una alla targa e una all'abitacolo per dimostrare che nella vettura non c'è nessuno. Intanto sul tablet arrivano i dati (assicurazioni e revisioni incluse) delle vetture parcheggiate, in modo che i vigili possano verificare anche se i documenti sono in ordine o se si tratta di mezzi rubati ed eventualmente far partire direttamente la multa attraverso il sistema informatico.

Autore

Commenti

Caricamento...