Addio a Lee Iacocca, il manager che salvò la Chrysler da bancarotta

È morto all'età di 94 anni. Prima di entrare in Chrysler, era stato anche presidente della Ford

Addio a Lee Iacocca, il manager che salvò la Chrysler da bancarotta

È morto all'età di 94 anni Lee Iacocca, la leggenda dell'industria automobilistica americana. Era considerato il padre della Ford Mustang e viene ricordato per aver salvato dalla bancarotta la Chrysler.

Iniziò la sua carriera nel 1946 alla Ford, prima come ingeniere, poi in ambito di marketing e vendite. Negli anni '70 divenne anche presidente della casa automobilistica, ma fu licenziato nel 1978 da Henry Ford Jr in persona. Lo stesso Iacocca aveva raccontato l'episodio, nella sua autobiografia: "La mia vita è iniziata da figlio di immigrati e con il mio lavoro sono arrivato alla presidenza della Ford Motor Company. Quando sono finalmente arrivato mi sentivo in cima al mondo. Ma poi il fato mi disse: 'aspetta, non abbiamo ancora finito con te, ora capirai come ci si sente ad essere buttato giù dall'Everest'".

Ma l'atterraggio fu tutt'altro che doloroso, dato che il manager atterrò nell'altra grande casa automobilistica americana, la Chrysler Corp, di cui divenne Ceo nel 1979 e salvò la compagnia dalla bancarotta, riuscendo ad ottenere dal Congresso un intervento da 1,5 miliardi di dollari. Prestito che venne successivamente restituito dalla casa automobilistica.

Lee Iacocca è diventato celebre e noto al pubblico soprattutto grazie a una serie di spot ideati per la Chrysler, in cui pronunciava la frase, diventata poi famosa, "if you can find a better car, buy it" (se puoi trovare un'auto migliore, comprala).

Fca, "addolorata" nell'apprendere la notizia del manager leggendario, ha ricordato l'uomo che "giocò un ruolo storico nel condurre Chrysler attraverso la crisi facendone una forza realmente competitiva". Iacocca "è stato uno dei grandi leader della nostra azienda e dell'industria dell'auto nel suo complesso", che ha dato un'enorme eredità all'azienda: "La resilienza e lafiducia incrollabile nel futuro che alberga negli uomini e nelle donne di Fce che lottano ogni giorno per dimostrarsi all'altezza degli standard che lui ha fissato".

Commenti