Coronavirus, l’esperto: ''Se non si ferma epidemia, a rischio due terzi popolazione mondiale''

Il numero di persone morte e contagiate per il coronavirus continua a salire. Sulla nave da crociera "Diamond Princess", dove ci sono 35 italiani, sono stati registrati altri 40 casi

Nonostante le imponenti misure sanitarie adottate dalle autorità cinesi per fermare l’epidemia di coronavirus, il bilancio di morti e contagiati continua drammaticamente a salire. Secondo l’ultimo bollettino ufficiale diffuso da Pechino, le persone decedute sono 1110, quasi tutte in Cina, e 45190 quelle contagiate. Dubbi, però, su questi dati si stanno sollevano da più parti.

Secondo il virologo italiano Roberto Burioni esiste la possibilità che la diminuzione del numero di persone morte e contagiate''derivi da una sconcertante decisione della Cina: considerare casi confermati solo quelli che risultano positivi al test e hanno sintomi. In altre parole, chi ha il test positivo, ma non ha sintomi, non rientra nel conto''. Burioni, che ha ammesso di non poter essere certo se ciò corrisponda a realtà, cita una direttiva che sarebbe stata emessa il 7 febbraio e diffusa su Twitter dal reporter Alex Lam.

Intanto preoccupa sempre più la situazione a bordo della nave della nave da crociera "Diamond Princess", in quarantena a Yokohama in Giappone. Dopo gli ultimi test hanno accertato 39 nuovi casi di infezione da "Covid-19", il nome dato ufficialmente al coronavirus. Il totale dei contagiati è salito, così, a 174. Tra questi vi è anche un ufficiale che aveva misurato la temperatura corporea e raccolto questionari tra i passeggeri il 3 e 4 febbraio scorsi. A bordo della nave da crociera ci sono circa 3700 persone tra cui 35 italiani che, almeno per il momento, non hanno accusato problemi di salute.

Vi è una notizia che non può lasciate tranquilli. L'epidemiologo Gabriel Leung, a capo del Dipartimento di medicina all'università di Hong Kong, intervistato dal britannico Guardian ha lanciato un allarme sulla diffusione del coronavirus che, se non fermata, potrebbe contagiare anche più dei due terzi della popolazione mondiale. Il suo avvertimento arriva dopo la dichiarazione del direttore generale dell’Oms secondo cui i casi di coronavirus negli altri Paesi potrebbero essere la 'punta dell'iceberg'.

La questione fondamentale, secondo Leung, è capire con esattezza le dimensioni reali dell’epidemia, anche fuori dalla Cina. La maggior parte degli esperti ritiene che ogni persona infetta possa trasmettere il virus a circa 2,5 persone. Ciò significa che potrebbero essere contagiate tra il 60 e l’80% della popolazione mondiale.

"Il 60% della popolazione mondiale è un numero tremendamente grande", ha sottolineato Leung, che partecipa al vertice di scienziati oggi all'Oms. Anche se il tasso di mortalità è inferiore all'1%, tenendo conto anche dei casi più lievi, secondo l’esperto il bilancio delle vittime sarebbe enorme.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Jon

Mer, 12/02/2020 - 11:02

Con tanti scienziati VERi, si parla solo di Burioni..Quanto allarmismo si crea..!! Con il Virus H1N1 nel 2009, sono morte 290.000 persone, e gli USA non hanno preso Nessuna precauzione..Ora i Cinesi dimostrano grande attenzione, anche se i morti al di fuori di Wuhan sono pochi. Smettete di scrivere idiozie..!!!

Redfrank

Mer, 12/02/2020 - 11:14

Jon......dimostrano attenzione......o bugie

Ritratto di bimbo

bimbo

Mer, 12/02/2020 - 11:28

Già adesso propongono gli scoop di limonare in pubblico.. hihihihihi

jaguar

Mer, 12/02/2020 - 11:39

Il regime cinese non dice la verità, alcune fonti parlano di oltre 2 milioni di contagi e morti a migliaia. Può darsi che la verità stia nel mezzo.

piardasarda

Mer, 12/02/2020 - 12:32

Il demone è sfuggito al controllo. il programma era "ringiovanire la popolazione mondiale!, quella cinese in particolare, i morti quasi tutti anziani e malati, quindi bloccare il contagio. Ma Codiv-2019 sembra aver fregato i furbi, intanto chi può compra yacht a idrogeno è sta a distanza fin tanto che non passa.

scorpione2

Mer, 12/02/2020 - 13:34

sarebbe il colmo se poi alla fine di tutto si verrebbe ha sapere che ha causare il tutto ci fosse la mano esterna per mettere in ginocchio la cina. andreotti diceva sempre pensar male e' peccato pero' ci azzecca sempre.