Egitto, il parlamentare: "Le mutilazioni genitali femminili sono necessarie"

Il parlamentare egiziano Elhamy Agina propone di reintrodurre nel Paese le mutilazioni genitali femminili, pratica abolita nel 2008

"Le donne in Egitto devono essere circoncise per ridurre i loro desideri sessuali", questa l'affermazione che ha sconvolto l'Egitto.

Il parlamentare Elhamy Agina, durante il fine settimana, ha affermato che "siamo una popolazione i cui uomini soffrono di debolezza sessuale ed è evidente perché l'Egitto è tra i maggiori consumatori di stimolanti sessuali che solo i più deboli utilizzano". E ha aggiunto: "Se fermiamo le mutilazioni genitali femminili, avremo bisogno di uomini forti e non abbiamo nel Paese uomini di questo genere."

Dunque, per sopperire alla debolezza sessuale degli uomini egiziani, le donne devono essere mutilate in modo da ridurre il loro appetito sessuale. In questo modo, ha sottolineato Elhamy Agina, "le donne si troverebbero allo stesso livello degli uomini e la vita procederebbe senza intoppi".

La pratica delle mutilazioni genitali femminili è stata vietata in Egitto nel 2008 e sono state inserite pesanti sanzioni per chi continua a praticarla: una pena detentiva compresa tra i tre mesi e i tre anni e una multa salata. Nonostante questo, le mutilazioni continuano a essere inflitte, non solo in Egitto, ma anche in diversi paesi africani e del Medio Oriente. Uno studio dell'Unicef nel 2013 ha dimostrato che ben 27,2 milioni di donne in Egitto sono state circoncise.

Il governo egiziano ha recentemente approvato un progetto di legge che imporrebbe sanzioni più severe per coloro che costringono le donne alla mutilazione genitale. Le pene detentive aumenterebbero, dai cinque ai sette anni, e sarebbero ancora più severe se la pratica porta alla morte o alla deformità. La nuova normativa è in attesa di ratifica da parte del parlamento egiziano prima che possa diventare legge.

Nei giorni scorsi Elhamy Agina ha specificato che le sue affermazioni sono dovute alla difficoltà di applicare tali norme al Paese per poi affermare in seguito che "era tutto uno scherzo".

Commenti

venco

Mer, 07/09/2016 - 14:16

Sappiate che nell'ideologia islamica la coscienza e il buon senso NON esistono.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 07/09/2016 - 14:37

Le femministe che dicono?

petra

Mer, 07/09/2016 - 15:00

Questo è quello che ci aspetta anche in Europa, fra non molto.

Ritratto di XxXpoiled

XxXpoiled

Mer, 07/09/2016 - 16:20

falli di gomma no? o portatele in vacamza in Italia

VittorioMar

Mer, 07/09/2016 - 16:38

....e questo non è una imposizione coranica,ma la sopraffazione maschile!!,,INACCETTABILE!!

Ritratto di MLF

MLF

Mer, 07/09/2016 - 17:15

Mi sfugge come si faccia la "circoncisione" femminile e anche come, se viene fatta per eliminare gli stimoli sessuali, "...le donne si troverebbero allo stesso livello degli uomini...". Ma se giusto poco sopra dice che "...siamo una popolazione i cui UOMINI soffrono di debolezza sessuale..."?? Sarebbero gli uomini da castrare, allora!

joecivitanova

Mer, 07/09/2016 - 22:08

..quando vengono qui e sanno fare sesso, molti di loro, con le donne libere ed emancipate solo violentandole, non mi pare che sia uno scherzo..!! g.