L'astronauta dell'Apollo 14: "Grazie agli alieni abbiamo evitato la guerra nucleare"

Edgar Mitchell: "Gli alieni hanno contribuito a evitare che la Guerra fredda tra Stati Uniti e Unione Sovietica potesse degenerare in una guerra nucleare"

L'astronauta dell'Apollo 14: "Grazie agli alieni abbiamo evitato la guerra nucleare"

Chiamiamoli salvatori delle patrie. Sì, perché è merito degli alieni se la guerra fredda tra Stati Uniti e Russia non si è tramutata in una guerra nucleare. Parola di Edgar Mitchell, ex pilota della storica missione Apollo 14. La tesi del sesto uomo che mise piede sulla Luna può sembrare bizzarra, alla stregua di pellicole di fantascienza come “E.T.”. Eppure, dichiara Mitchell al Mirror, “gli extraterrestri volevano sapere quali fossero le nostre potenzialità militari e sono certo che stavano tentando di fermare la guerra e di aiutarci a vivere in pace”. L’astronauta racconta che alcuni militari videro strani oggetti sorvolare le basi missilistiche americane e la base Nasa White Sands in New Mexico, dove nel 1945 fu eseguito il primo esperimento atomico.

Mitchell è cresciuto proprio in New Mexico, vicino al Roswell site dove nel 1947 precipitò quello che per molti poteva essere un Ufo, e sostiene di aver ricevuto delle informazioni molto interessanti dall'Air Force. "Mi hanno detto che era frequente avvistare Ufo nel cielo e che spesso questi disabilitavano i loro missili. Altri ufficiali delle basi sul Pacifico mi hanno raccontato che i missili sono stati più volte colpiti con proiettili lanciati da oggetti alieni”. Insomma, per Mitchell gli extraterrestri esistono e dovremmo ringraziarli per averci risparmiato un conflitto devastante. Torneranno dalle nostre parti per fermare tragedie e invasioni in corso?

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti