Londra, troppi accoltellamenti: kit anti dissanguamento distribuiti nei locali

A Londra ci sono troppi accoltellamenti. Nei locali notturni saranno presto distribuiti oltre 300 kit anti dissanguamento

Si chiamano "Bleed control kits" e nelle prossime settimane saranno presto distribuiti in centinaia di locali notturni situati a Londra per limitare i danni provocati dagli accoltellamenti.

In italiano possono essere tradotti come kit anti dissanguamento, e hanno il compito di bloccare le emorragie delle ferite da taglio fino all'arrivo dei paramedici sul luogo dell'incidente. Già, perché la capitale del Regno Unito ha un enorme problema con la sicurezza, tanto che uno dei suoi nuovi soprannomi è "Stub-City", cioè città delle pugnalate. I numeri ufficiali assomigliano a quelli di un massacro: dall'inizio del 2019 a oggi sono state uccise oltre 120 persone in seguito ad attacchi violenti, molti dei quali portati a compimenti usando le lame affilate dei coltelli.

Cosa sono i Bleed control kits

I kit, già introdotti a Birmingham, includono laccio emostatico, bende e una coperta di alluminio. Come riporta la Bbc, l'iniziativa nasce da Lynne Baird, una madre che nel 2017 ha perso suo figlio, pugnalato a morte mentre si trovava fuori con amici. La donna continua a pensare che il ragazzo avrebbe potuto essere salvato nel caso in cui fosse stato disponibile un kit anti dissanguamento nei pressi del luogo dell'aggressione.

La polizia di Londra ha subito avallato il programma ideato dalla fondazione della signora Baird, la Daniel Baird Foundation, che adesso si sta impegnando nel sociale per evitare il ripetersi di incidenti mortali simili a quello che le hanno portato via suo figlio. Ben 320 kit saranno distribuiti in tutta la City nei locali aperti fino a tarda notte. Il vice commissario della City of London Police, Alistair Sutherland, ha apprezzato l'iniziativa: “Questi kit ci aiuteranno a rendere la città più sicura”.

Un'ambulanza di Londra , non appena avvisata, impiega circa 7 minuti per raggiungere un paziente bisognoso di cure. Il problema è che in caso di gravi lesioni, come quelle provocate da accoltellamenti o un colpo di arma da fuoco, quei 7 minuti sono troppi. Il kit aiuta a risparmiare tempo prezioso ed evitare che possa avvenire una morte per emorragia.

Tutto questo nella Londra multietnica del sindaco Sadiq Khan presa come modello da una buona parte dell'opinione pubblica. Anche perché i dati della Metropolitan Police parlano chiaro: i crimini con coltelli hanno subito un'impennata negli ultimi cinque anni. Tra il 2015 e il 2016 i casi erano 9740, cioè 5100 in meno rispetto a oggi. Per quanto riguarda il numero totale di omicidi, nel 2018 ci sono stati 134 casi, con una media di tre a settimana. Non è da escludere che il 2019 possa rivelarsi ancora peggiore.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di moshe

moshe

Gio, 21/11/2019 - 13:38

... vedete, loro hanno risolto i problemi delle armi da fuoco vietandole, peccato che "volino i coltelli", coltelli che si vendono ovunque !

Ritratto di scoglionato

scoglionato

Gio, 21/11/2019 - 14:03

La legge del taglione ci vuole;occhio per occhio dente per dente.I soliti pifferai magici diranno che non si deve fare che è incivile, ma perchè questa è una società civile ? CHi di spada ferisce di spada perisce; ecco la verità vera.