Il monaco buddista: morto da 90 anni ma il corpo è caldo

Si trova in Russia. Lo chiamano il "lama vivente": i capelli continuano a crescere e la temperatura corporea è di 35,3. Nessuno lo ha mai imbalsamato

Il lama vivente "vive" in Russia, nel tempio buddista a Ivoginsk, non molto distante dalla capitale della repubblica buriata nella profonda periferia russa. Un tempio sopravvissuto all'ateismo staliniano e ora al centro di numerosi pellegrinaggi.

Il nome di "battesimo" del lama vivente è Khambo Itighelov, un Bancho Lama della comunità buriata. Come riporta laStampa.it, nel 1926 invità i suoi concittadini a lasciare il paese, convinto che tutto sarebbe stato spazzato via. Lui però rimase. Un anno dopo, arriva la morte. O almeno è quello che tutti si immaginavano. Quando la sua ora stava per arrivare, infatti, si raccolse nella posizione del loto e recitando le preghiere. A quel punto disse che sarebbe ritornato un giorno, invitando chi gli stava vicino di riesumare il corpo venti anni dopo.

Le riesumazioni fatte nel 2002 portò alla conoscenza di tutti una sorta di miracolo. Dopo 75 anni, infatti, dalle foto si può osservare come il lama fosse del tutto integro. La morte non gli aveva torto nemmeno un capello. Oggi, dopo 90 anni non è cambiato nulla. Alcuni rapporti medici, assicurano che gli arti sono ancora oggi flessibili, la pelle è uguale a quella di un uomo vivo e la temperatura corporea raggiunge i 35,3 gradi. Nessuno lo ha imbalsamato, se è questo che vi chiedevate.

Il lama è morto, ma è ancora vivo. Gambe incrociate, vestito da monaco addosso e testa china. A 90 anni dalla sua morte rimane il mistero di chi sis il parrucchiere che si prende la briga di tagliargli i capelli che continuano a crescere.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

linoalo1

Gio, 24/09/2015 - 18:28

Non credo ad una parola di quanto detto!!Così come,già da bambino,non credevo ai Maghi,alle Streghe,a Babbo Natale,alla Befana,ecc..!!!!

Ritratto di .NoiNONciARRENZIAMO

.NoiNONciARRENZIAMO

Ven, 25/09/2015 - 11:06

e dov'è lo scoop? di morti viventi paro paro a questo signore ne abbiamo parecchi anche noi a palazzo madama, conservati anche meglio

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Ven, 25/09/2015 - 11:50

Sono tutte bufale, come quando in Italia c'erano le statue delle Madonne che piangevano o le porte di casa che prendevano fuoco da sole. Si è poi scoperto che erano solo imbrogli.

epc

Ven, 25/09/2015 - 12:21

Ehm, la pelle può essere ancora elastica, ma dalla foto non mi sembra proprio "uguale a quella di un uomo vivo"..... Comunque la corificazione (sorta di mummificazione naturale) provoca per l'appunto ingiallimento della cute, che rimane relativamente morbida, morbidezza delle giunture (comunque il rigor mortis dopo un po' sparisce) ecc. E la temperatura di un corpo dipende anche da che temperatura è conservato: se un corpo (inteso in senso fisico "oggetto") senza fonti di energia interna è conservato in un ambiente a temperatura costante a 35,3°, dopo un po' va in equilibrio termico con l'ambiente, quindi anche lui a 35,3°....

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 25/09/2015 - 12:54

è ANDATO A CASA?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 25/09/2015 - 14:21

@Giorgio_Pulici:...gia!!