Mosul, Usa raddoppiano i paracadutisti sul terreno

I parà della 82a dovranno rilevare quelli della 101a, ma i periodi di rotazione non sono ancora chiari. Per un breve periodo, il Pentagono disporrà su Mosul di una forza di 3400 soldati inquadrati nel XVIII Airborne Corps.

Mosul, Usa raddoppiano i paracadutisti sul terreno

Circa 1.700 parà della 82a Divisione Aviotrasportata saranno schierati entro le prossime settimane a Mosul, in Iraq. E’ quanto comunica in una nota il Dipartimento dell’Esercito. I soldati della 2nd Brigade Combat Team, di Fort Bragg, Carolina del Nord, saranno schierati a sostegno dell’operazione Inherent Resolve. Andranno a rilevare i soldati della 101a Divisione Aviotrasportata di Fort Campbell, Kentucky e svolgeranno compiti di formazione, consulenza e assistenza alle forze di sicurezza irachene. La 101a è in Iraq dalla scorsa primavera. I 1.700 soldati della 82a Divisione Aviotrasportata sono stati specificatamente addestrati negli ultimi due mesi nella guerriglia urbana in ambienti colpiti da arsenale chimico, a Fort Polk, in Louisiana.

Il Pentagono precisa il ruolo di consulenza ed assistenza del contingente statunitense, tuttavia tali forze potrebbero rappresentare un’opzione qualora l’avanzata su Mosul, sotto il controllo dello Stato islamico dal giugno del 2014, dovesse arrestarsi. Formalmente, i soldati della 82a dovranno rilevare quelli della 101a, ma i periodi di rotazione non sono ancora chiari. Per un breve periodo, quindi, il Pentagono disporrà su Mosul di una forza di 3400 parà inquadrati nel medesimo corpo aviotrasportato, il XVIII Airborne Corps. Tutto ciò consentirà di migliorare notevolmente l'efficacia delle operazioni in caso dovessero unirsi alla battaglia.

Le truppe statunitensi in Iraq

Le truppe statunitensi sono dotate di dispositivi di protezione, maschera e tuta. Il Pentagono ha fornito trentamila dispositivi di protezione anche alle truppe irachene e curde. Ufficialmente sono cinquemila i soldati americani in Iraq. Il Pentagono mantiene altri 1500 soldati che non riconosce nel computo finale, a protezione dell'Ambasciata degli Stati Uniti a Baghdad o in assegnazione temporanea. La presenza complessiva degli Stati Uniti ammonterebbe quindi a 6400 unità e cui vanno aggiunti gli operatori dei reparti speciali, da 200 a 400 elementi in rotazione costante.

Commenti