"Non sono gay". L'assurdo show russo condotto da un politico

Alcuni concorrenti maschi si sfidano per individuare se tra loro si celi un omosessuale, tra prove ed eliminazioni settimanali. A condurre lo show è un membro della Duma

"Non sono gay". L'assurdo show russo condotto da un politico

C'è un nuovo programma che è sbarcato nei palinsesti della tv russa online dal titolo quanto meno originale: "I'm not gay". Questo è il nome, quanto meno discutibile, di un gioco le cui puntate saranno visibili su Youtube. Dovrebbe trattarsi di una via di mezzo tra un game e un reality-show nel quale i concorrenti, tutti rigorosamente di sesso maschile, sono chiamati a verificare la propria eterosessualità con prove volte a capire se tra loro si celi qualche omosessuale. Esattamente come accade nei reality-show, ogni settimana un concorrente dovrà lasciare il programma: lo scopo è quello di individuare quello che, tra tutti, mostra tendenze omosessuali o, comunque, non è virile quanto gli altri. A darne notizia è stato il sito Tvblog.it, che ha rivelato anche alcuni dettagli del nuovo progetto.

La conduzione dello show è stata affidata a un volto noto della politica russa, Vitaly Milonov, membro della Duma e salito alle cronache in patria, ma anche all'estero, per essere apertamente contrario ai membri della comunità Lgbtq+. Le sue esternazioni, molto forti e provocatorie sulla possibilità di confinare gli omosessuali e i transessuali allo scopo di sterilizzarli, hanno fatto il giro del mondo e ora per lui è pronta una nuova vetrina per rendere note le sue posizioni.

Per il momento su YouTube è presente solo il promo della trasmissione, che in poche immagini dà il senso di quello che potrebbe essere il mood della trasmissione. Nella breve clip si vede un giovane ragazzo piuttosto attraente che passeggia in quella che dovrebbe essere una spiaggia: è in costume e mostra tutto il vigore della sua fisicità. Al suo passaggio altri uomini (anche loro vestiti con solo un costume piuttosto succinto) si voltano per osservarlo meglio e a quel punto entrano in scena il conduttore e alcune ragazze che, con aria minacciosa, sembrano pronti a voler punire fisicamente quelli che dimostrano un interesse per il bel ragazzone. Difficile capire come si svolgerà esattamente il programma ma le premesse non sembrano lasciare dubbi su quale sarà il suo orientamento. Il programma è "consigliato" dai 18 anni in su.

Commenti