Mondo

La proposta di Schaeuble: "Grexit per cinque anni". Sei Paesi con Berlino

Intanto a Berlino si sta consumando una lotta di potere fra la Cancelliera e il ministro del Tesoro su come procedere nei confronti della Grecia

La proposta di Schaeuble: "Grexit per cinque anni". Sei Paesi con Berlino

l ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble ha proposto una Grexit per cinque anni, tempo in cui Atene potrebbe ristrutturare il suo debito. È quello che scrive la Frankfurter Allgemeine Zeitung am Sonntag, secondo un’anticipazione, citando un documento del ministero delle Finanze. Nel documento, che delinea la posizione di Schaeuble all'Eurogruppo, il ministero tedesco suggerisce inoltre che Atene trasferisca beni per 50 miliardi di euro a un fiduciario, che si occupi di gestirli utilizzando gli introiti per ridurre il debito. La Grecia resterebbe tuttavia membro dell'Ue, ricevendo "assistenza per la crescita" di "carattere umanitario e tecnico".

Pur riconoscendo alcuni miglioramenti, il documento sottolinea che le nuove proposte votate nella notte dal Parlamento greco "sono carenti in centrali e importanti aree di riforma" necessarie "per modernizzare il Paese e per aumentare la crescita economica a lungo termine e lo sviluppo sostenibile". Pertanto il pacchetto non sarebbe sufficiente per fare da "base a un completamente nuovo programma triennale Esm". Questa mattina il giornale tedesco Bild aveva parlato di contrasti interni al governo tedesco tra la cancelliera, Angela Merkel, e Schaeuble. La cancelliera avrebbe infatti una posizione di maggiore apertura rispetto al suo ministro e vuole evitare una Grexit. Intanto a Berlino risponde l'Ue. un’uscita temporanea della Grecia dall’area euro "non è legalmente fattibile". È quanto spiega un funzionario europeo dopo l’indiscrezione del quotidiano tedesco ’Frankfurter Allgemeine Zeitung’, secondo cui il Ministero tedesco delle Finanze avrebbe ipotizzato una Grexit della durata di cinque anni. "Non è uno scenario accettabile per noi", spiega la fonte. Intanto Atene ostenta ottimismo: "Un accordo per la Grecia sarà raggiunto entro 24 ore". Lo ha assicurato, in un’intervista alla Bbc, il ministro dell’Economia di Atene, Giorgos Stathakis.
Stathakis ha spiegato che "le ultime proposte" sarebbero state accettate dai ministri delle Finanze dell’Eurogruppo. "Entro oggi o domani sigliamo l’accordo", ha assicurato il ministro, sottolineando che il governo di Alexis Tsipras è "impegnato ad andare avanti". Ma intanto la linea della Germania viene appoggiata anche da Slovenia, Slovacchia, Estonia, Lituania e Paesi Bassi. Una posizione molto dura, che avrebbe impedito di trovare l'unanimità per rendere valide le decisioni dell'Eurogruppo. L'Ue però prova a trovare un'intesa con Atene lanciando un ultimantum che chiede riforme in 7 giorni. La Grecia dovrebbe attuare, secondo l'Eurogruppo subito alcune "azioni prioritarie", come la riforma dell’Iva, l’abolizione delle pensioni "baby", le privatizzazioni.

Commenti