Siria, Hezbollah in guerra con i blindati Usa

Il Pentagono ignora come tali asset siano potuti finire nelle mani degli Hezbollah.

Siria, Hezbollah in guerra con i blindati Usa

Il movimento sciita libanese Hezbollah, continua a schierare in Siria mezzi blindati di produzione statunitense M113, immortalandoli sui social. Il Pentagono ignora come tali asset siano potuti finire nelle mani degli Hezbollah. Nelle foto scattate a Qusair, in Siria, gli APC, Armored Personnel Carrier/ trasporto corazzato di personale, sono equipaggiati con una mitragliatrice binata pesante ZPU russa da 14,5 mm. Le unità libanesi, così come quelle iraniane, costituiscono la principale forza d'attacco di Assad. Oltre alla prima brigata di fanteria meccanizzata pesante, del tutto autosufficiente e già presente in Siria, il movimento sciita libanese ha schierato una seconda divisione leggera, dotata di mezzi blindati. Proprio questi ultimi, identificati come M113, sono di fattura statunitense.

Il Dipartimento di Stato ha già confermato che i mezzi non provengono dall’inventario delle Forze Armate libanesi che ricevono aiuti militari dagli Stati Uniti.

Durante l'estate, le Forze Armate libanesi hanno ricevuto dal Pentagono decine di pezzi d’artiglieria, veicoli blindati, lanciagranate semiautomatiche e mille tonnellate di munizioni per un valore di circa 50 milioni di dollari, come parte del continuo impegno degli Stati Uniti per rafforzare la capacità del paese nel combattere gli estremisti

In una nota ufficiale del Dipartimento di Stato si precisa che “il Pentagono e la comunità d’intelligence stanno lavorando per risolvere l’enigma”.

Diverse le teorie al momento. I militanti sciiti potrebbero aver ottenuto gli M113, in servizio dal 1960 , dopo la disintegrazione dell’Esercito del Libano del Sud, milizia cristiana equipaggiata totalmente da Israele durante la guerra civile libanese. Dal 1984 al 1996, Israele ha fornito più di 130 veicoli corazzati, carri armati e pezzi di artiglieria all’Esercito del Libano del Sud.

Secondo un’altra teoria, Hezbollah potrebbe aver acquisito i mezzi dal gruppo terroristico Jabhat al-Nusra. Quest’ultimo possedeva centinaia di blindati M113. Anche in questo caso, il Pentagono ignorava come i terroristi fossero riusciti ad acquisire i VTT americani. Complessivamente, la forza libanese presente in Siria dovrebbe essere di circa quindicimila soldati.

L’equipaggiamento americano è molto comune nella regione così come quello di fattura sovietica. L’M113 è apparso in tutti i principali conflitti degli Stati Uniti fin dalla guerra del Vietnam ed è utilizzato dai dipartimenti di polizia statunitensi e da decine di forze armate nel mondo. Negli ultimi quindici anni, il Pentagono ha fornito equipaggiamento all’ingrosso a quanti fossero stati disposti a lottare per le cause degli Stati Uniti. Asset di diversa natura come dispositivi per la visione notturna, giubbotti antiproiettile, veicoli ed armi made in Usa, sono facilmente reperibili in Iraq, Afghanistan, Siria, Arabia Saudita e Yemen.

Commenti