Il Texas sfida Biden: no ai vaccini obbligatori nelle aziende

Il governatore del Texas, Greg Abbott, ha emesso un ordine esecutivo con il quale vieta alle aziende di richiedere ai propri dipendenti il passaporto sanitario.

Il Texas sfida Joe Biden: no ai vaccini obbligatori nelle aziende

Il Texas lancia sfida alla Casa Bianca: in maniera analoga a quanto messo in campo dalla Florida, il governatore del Texas Greg Abbott ha emesso un ordine esecutivo che vieta a tutte le organizzazioni, comprese aziende e società private, di imporre l'obbligo vaccinale ai propri dipendenti, altrimenti costretti a esibire il passaporto sanitario per poter lavorare. Non è la prima volta che il governatore repubblicano sfida Washington e il presidente Joe Biden sulle questioni inerenti la pandemia: come ricorda la Bbc, all'inizio di quest'anno Abbott ha revocato l'obbligo di indossare le mascherine, firmando inoltre, lo scorso agosto, un ordine esecutivo contro le vaccinazioni obbligatorie per il personale che lavora nelle agenzie governative, comprese le scuole pubbliche e le università. Greg Abbott non è affatto un "no vax", ma ritiene che la vaccinazione contro il Covid-19 debba essere una scelta personale e imporre l'obbligo leda le fondamentali libertà individuali: "Il vaccino contro il Covid-19 è sicuro, efficace e la nostra migliore difesa contro il virus, ma dovrebbe rimanere volontario e mai forzato", ha affermato Abbott in una nota.

Il governatore del Texas contro l'obbligo vaccinale (anche nelle aziende)

La decisione di Abbott arriva dopo che alcune importanti aziende con sede in Texas hanno lanciato un chiaro avvertimento ai lavoratori che sarebbero stati licenziati qualora non si fossero vaccinati. La scorsa settimana, infatti, l'American Airlines, la più grande compagnia aerea statunitense, con sede a Fort Worth, ha dichiarato ai suoi 100.000 dipendenti che sarebbero stati licenziati se non fossero stati in grado di fornire la prova della vaccinazione completa entro il 24 novembre. Lo stesso dicasi per Facebook e Google: le multinazionali hi-tech hanno un elevato numero di persone impiegate in Texas e nei giorni scorsi hanno annunciato ai propri dipendenti che avrebbero avuto bisogno di una prova della avvenuta vaccinazione per tornare in ufficio. Con l'ordine esecutivo del governatore repubblicano anche le imprese private non potranno più richiedere l'obbligo vaccinale ai lavoratori. Abbott strizza l'occhio alla parte più libertariana e conservatrice del Gop, in vista anche delle primarie del prossimo anno, che lo vedranno sfidare l'ex senatore Don Huffines e l'ex membro del Congresso della Florida Allen West. Entrambi i suoi sfidanti, infatti, sono fortemente contrari all'obbligo vaccinale.

Abbott sfida Joe Biden

Greg Abbott contro Joe Biden. Il Presidente Usa, infatti, lo scorso settembre aveva chiesto alle aziende con più di 100 dipendenti di richiedere il passaporto sanitario ai propri lavoratori. Biden ha anche richiesto a tutti i dipendenti e alle aziende che lavorano con il governo federale di vaccinarsi, portando quasi tutte le principali compagnie aeree, tra cui American Airlines e Southwest Airlines, ad annunciare licenziamenti in caso di mancato possesso del passaporto sanitario, in maniera analoga a quanto accade nel nostro Paese dove però si viene "sospesi" dal posto di lavoro.

Commenti