Raid vandalico al Loreto Mare: sala devastata e documenti rubati

Nel mirino dei balordi l’ambulatorio ortopedico del Loreto Mare. La direzione generale dell'Asl Napoli 1 ha avviato delle indagini e richiesto una relazione dettagliata sull'accaduto.

Il mondo sanitario di Napoli e provincia sempre più nel mirino di balordi e delinquenti. Come se non bastassero i sempre più numerosi e gravi episodi di violenza compiuti contro medici e infermieri da parte di familiari di pazienti, ieri sera si è verificata un’altra azione che ha superato il limite della legalità.

Ignoti, infatti, si sono introdotti nell’ospedale Loreto Mare ed hanno distrutto una sala e portato via documenti. Il raid vandalico è stato scoperto intorno alle 22 quando una guardia giurata di turno ha notato che un’area dedicata all'ortopedia era stata messa a soqquadro.

Purtroppo, però, la devastazione dell’ambulatorio non è stato l’unico atto criminale compiuto da sconosciuti. Durante la perlustrazione, il vigilantes si è reso conto che nella sala mancavano registri, timbri e referti medici.

Sulla vicenda che ha contorni oscuri, la direzione generale dell'Asl Napoli 1 ha immediatamente avviato delle indagini interne e richiesto una relazione dettagliata sull'accaduto.

Come sottolinea Giuseppe Alviti, presidente dell' Associazione nazionale Guardie giurate “la guardiania si è rivelata ancora una volta fondamentale”. Quest’ultimo sostiene che “aggressioni e vandalismo sono ormai fenomeni di rilevanza nazionale”.

Fenomeni preoccupanti che devono essere arginati al più presto con azioni mirate. “Sarebbe ora di far conoscere quali interventi il governo centrale intende mettere in campo per arginare questa odiosa situazione”, ha concluso Alviti.