Nessuno incedibile e Moratti è sempre pronto a trattare

Dalla Spagna si sgonfia l'affare Maicon vista la rigidità dell'Inter. Ma il presidente era ed è sempre pronto a trattare, è questo il nuovo mercato. Dimenticatevi Moratti che ascoltava il cuore e Milito potrebbe anche lasciare la squadra Campione d'Europa

ªDalla Spagna prende sempre più sostanza l'arrivo di Di Maria al Real Madrid mentre si sgonfia l'affare Maicon vista la rigidità dell'Inter, e come alternativa per la fascia destra ora per Josè Mourinho spunta il nome del giocatore dello Shakhtar Donetsk, Daijo Srna. Ma il presidente era ed è sempre pronto a trattare, è questo il nuovo mercato.
Dimenticatevi Moratti che ascoltava il cuore. L'affetto per i suoi giocatori rimane, restano tutti figli suoi, ma solo fino a quando abbracciano i colori, oltre questo confine anche la gratitudine e la riconoscenza del presidente non hanno più residenza. L'anno scorso è stata la volta di Zlatan Ibrahimovic, a larga maggioranza il pezzo pregiato della squadra che si era laureata per la quarta volta consecutiva campione d'Italia. Una cessione che ogni tifoso scongiurava, è arrivata, ha portato Eto'o, Milito, Sneijder, Thiago Motta, Lucio e Pandev. E al presidente sono avanzati dei quattrini. Questa volta potrebbe essere il momento di Diego Milito e se le due parti stanno solo forzando la mano, resta la sensazione che nessuno sia incedibile in questa squadra, soprattutto quando piuttosto che di colori se ne fa una questione di euro. Il procuratore dell'argentino ha parlato di importanti richieste e ingaggi triplicati rispetto a quanto oggi percepisce il giocatore. Moratti ha risposto stringendo i contatti con Fernando Torres. Hidalgo ha subito replicato che basterebbe un aumento dell'ingaggio per accontentare Milito. Moratti ha lasciato che le voci dei tabloid inglesi su Carlitos Tevez pigliassero corpo.
Hidalgo vorrebbe che il contratto del Principe passasse dai 3,6 attuali ai 6.5 milioni di euro, mentre l'Inter non vorrebbe andare oltre i 4.5. Inoltre vorrebbe un triennale mentre l'Inter è propensa a un solo anno di rinnovo. Moratti pare che questa volta sia rimasto seccato. a fatti 26 a febbraio.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti