Il Papa a Viterbo accolto da Letta

Sarà il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta, in rappresentanza del governo, ad accogliere oggi Papa Benedetto XVI a Viterbo e ad accompagnarlo durante la sua sedicesima visita ufficiale in Italia. Spetta di nuovo a lui, l’instancabile tessitore dei rapporti con il Vaticano, il compito di rasserenare il clima, dopo lo scontro di questi giorni sul caso Boffo-«Avvenire». Letta aveva anche dovuto sostituire all’ultimo momento il premier durante la festa della Perdonanza all’Aquila e l’incontro con il segretario di Stato vaticano, cardinal Tarcisio Bertone, lo scorso 28 agosto, il giorno dell’inchiesta del «Giornale» sul direttore del quotidiano della Cei. Una scelta, quella di Berlusconi, che però secondo il direttore dell’«Osservatore romano» Giovanni Maria Vian, sarebbe stata «concordata». Nel programma della visita a Viterbo non è previsto nessun colloquio privato tra il Papa e Letta, ma non è escluso che i rapporti tra governo e Santa Sede saranno oggetto di discussione. Benedetto XVI giungerà a Viterbo alle 9 e dopo aver attraversato la città arriverà in Valle Faul, dove celebrerà la messa e l’Angelus. Nel pomeriggio pregherà nel santuario della Madonna della Quercia e poi si trasferirà per una breve visita nella vicina Bagnoregio, prima di rientrare a Roma.

Commenti

Grazie per il tuo commento