La Pennetta non si ferma più: prima italiana tra le «Top 10»

La Pennetta non si ferma più: prima italiana tra le «Top 10»

Che meraviglia liberarsi dai numeri! Ieri Flavia Pennetta si è inserita d'autorità tra le prime dieci giocatrici del mondo. Con un tennis da sogno la nostra bella campionessa in 1 ora e 16 minuti ha battuto Daniela Hantuchova: 6-3, 6-3, un risultato che sulla carta potrebbe far sorridere ma che ha lasciato i tifosi italiani davanti ai teleschermi con il cuore in gola fino all'ultimo quindici. Flavia, prima di concludere ha dovuto ricorrere a 6 match points. Il suo è un record che rimarrà nella storia perché è la prima volta che una tennista italiana riesce ad inerpicarsi così in alto nella classifica mondiale. Sono eventi che non si cancellano e non è detto che la Pennetta non sia capace di regalarci qualche altra sorpresa. Certamente l'affannosa corsa verso il successo che le assegna un record di 15 partite vinte, senza cedere un set, non è cosa da poco e il torneo di Cincinnati non è ancora finito perché oggi l'azzurra tornerà in campo per affrontare la numero 1 del mondo Dinara Safina.
E, a questo punto, l'unica grande preoccupazione è la stanchezza che, giorno dopo giorno, abbiamo visto accumularsi sul suo bel faccino. Ciò che lusinga sono gli elogi che arrivano da giornali come l'Equipe che ha titolato: «Pennetta c'est extra!..» Tra i motivi d'orgoglio segnalerei le considerazioni dell'inviato Marc Beaupère: «Dopo il sorpasso di giocatrici come la Ivanovic e la Petrova, Flavia può continuare a sorprenderci». Anch'io voglio ringraziare Flavia per il bel regalo di Ferragosto e per la bella sorpresa. Chi invece ha incassato un brutto colpo è il Divino Federer che a Montreal si è arreso al francese Tsonga per 7-6, 1-6, 7-6.

Commenti