Bellanova piazza i compagni e assume cooperanti e dem

La ministra dà lavoro a renziani, trombati e meteore: tutti nello staff con stipendi d'oro e quasi tutti pugliesi

I l ministro dell'Agricoltura Teresa Bellanova (Iv) trasforma lo staff nella succursale della sinistra (trombata): ex dipendenti di coop rosse, renziani e politici del Pd. È il caso di dire: l'abito non fa il monaco. Se l'ex bracciante ha fatto discutere per il vestito, blu sgargiante, indossato nel giorno del giuramento al Quirinale, si è invece subito calata nella parte del ministro trova lavoro ai compagni. Sono quasi tutti ex colleghi di partito i collaboratori che, oggi, occupano le poltrone (ben retribuite) negli uffici del ministero dell'Agricoltura, dopo la formazione del Conte bis. E c'è un altro elemento che unisce i fedelissimi del ministro Bellanova: arrivano tutti (come il ministro) dalla Puglia.

Al vertice del gabinetto del ministero c'è Stefano Toschei, un consigliere di Stato, che in passato è stato consulente dell'ex titolare della Salute (governo Renzi) Beatrice Lorenzin. Il suo vice è Andrea Battiston: contratto di 95mila euro l'anno. Battiston è stato per sette mesi (da gennaio 2019 a luglio 2019) vice direttore Associazione Generale delle Cooperative Italiane (uno dei più grandi consorzi italiani di cooperative legati all'universo della sinistra). Prima di accomodarsi al ministero dell'Agricoltura, il consulente della Bellanova ha lavorato nell'ufficio legislativo del gruppo Pd alla Camera dei Deputati. Dunque, sembra esserci una porta girevole tra Pd, coop rosse e poltrone nei ministeri. Un filo «rosso» che unisce terra, militanza politica, coop e poltrone.

Tra i consiglieri del capo delegazione di Italia Viva in maggioranza c'è una vecchia conoscenza del giglio magico renziano: Alessio De Giorgi. Il ministro ha offerto all'ex social media del rottamatore un contratto di 80 mila euro. Il cinquantenne genovese vissuto a Pisa, ma con base a Roma, dal 2016 fino a un mese fa è stato il social media manager del «senatore semplice» Matteo Renzi. De Giorgi fu protagonista di una epica gaffe nel 2017, quando negò pubblicamente di essere l' amministratore della pagina Facebook «Matteo Renzi news», senza accorgersi però d'aver scritto quelle parole proprio attraverso il profilo social da cui intendeva prendere le distanze. De Giorgi ha guidato la struttura di propaganda del Comitato del Si, ai tempi del referendum (perso) sulla riforma Boschi, e successivamente la comunicazione digitale del Pd.

Direttamente dalla Firenze renziana arriva al ministero, retto da Bellanova, Laura Schettini: contratto di 30 mila euro l'anno come consigliere del ministro. In passato è stata consulente nelle campagne elettorali di alcuni consiglieri comunali di Firenze. Da Lecce (e dal Pd) arriva Salvatore Capone; è un ex parlamentare dei dem e coordinatore provinciale del partito a Lecce. Contratto di 36 mila euro per «consigliare» (non si comprende su quali materie) il ministro. Vania Marchionna ha fatto parte dal 2014 al 2016 del dipartimento Immigrazione, Welfare e Sanità del Pd: ora è consulente del ministro Bellanova. Lo stipendio è identico a quello di Capone: 36 mila euro l'anno. E anche le mansioni.

Tra i più stretti collaboratori del ministro Bellanova trova una poltrona anche Cosimo Durante, ex sindaco di Lecce e capogruppo Pd in Provincia. L'appartenenza territoriale si conferma un requisito vincente. Durante sarà il segretario particolare del ministro: l'ombra dell'ex bracciante. Pugliese, con esperienze alle spalle nel Pd, è Alessia Fragassi. Al ministero dell'Agricoltura curerà i rapporti internazionali. Da «vera» sindacalista, la Bellanova sta difendendo i posti di lavoro dei colleghi (conterranei) di partito. Insomma, le battaglie che piacciono (tantissimo) alla sinistra di governo.

Commenti

DRAGONI

Ven, 29/11/2019 - 09:41

UNA DEGNA RAPPRESENTANTE DI COME SI SONO COSTRUITE DELLE CARRIERRE POLITICHE IN ITALIA E DI COME SI INCREMETONO I CONSENSI NEGLI ANNI PER RIMANERE MEMBRI DI UNA ASSOCIAZIONE COSTITUIA DA APPARTENENTI AD UNA RAZZA PADRONA DELL'iTALIA.

Trinky

Ven, 29/11/2019 - 09:51

La Boldrini sarà contenta di vedere quelle come lei cosa fanno.......

Duka

Ven, 29/11/2019 - 09:54

E c'è chi pensava che con l'ultimo "governo" dem avessimo toccato il fondo.....

aldoroma

Ven, 29/11/2019 - 09:55

E noi paghiamo

Duka

Ven, 29/11/2019 - 09:56

IL MAGNA-MAGNA SENZA FINE NE PUDORE.

PassatorCorteseFVG

Ven, 29/11/2019 - 09:58

BE VISTO LA SUA IMPONENZA ,si comporta con i suoi collaboratori in simbiosi con se stessa, pero con i soldi degli altri. troppo facile. ciao a tutti.

routier

Ven, 29/11/2019 - 10:00

Ma i politici sono fatti con lo stampino? Ce ne fosse uno che uno che non si comporti così e se ci fosse alzi la mano e provi la sua correttezza. Lo indicheremo al pubblico elogio e approvazione. POVERA ITALIA.

Fjr

Ven, 29/11/2019 - 10:02

Lo schifo più totale e il premier che col Mes ci affonda peggio di così

Ritratto di navajo

navajo

Ven, 29/11/2019 - 10:10

Poi ci si chiede come mai paghiamo tasse altissime, ma i denari non bastano mai.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 29/11/2019 - 10:18

ma che strana combinazione...

Seawolf1

Ven, 29/11/2019 - 10:23

Bel vestito...

Ritratto di mark911

mark911

Ven, 29/11/2019 - 10:28

Segue la strada indicata dalla "sQuola" da cui proviene ! La stessa "sQuola" che ha portato allo sfascio molte aziende ...vedi Alitalia

Iacobellig

Ven, 29/11/2019 - 10:30

Che schifo!

Gio56

Ven, 29/11/2019 - 10:31

poi ci si chiede come fa certa gente ad arrivare in certi posti senza aver nessun titolo di studio.

Ritratto di moshe

moshe

Ven, 29/11/2019 - 10:57

ex bracciante? era una sindacalista, quindi figuratevi quanto ha lavorato!

amedeov

Ven, 29/11/2019 - 11:07

Speriamo che abbia assunto qualcuno per fare il contadino

corto lirazza

Ven, 29/11/2019 - 11:17

ovviamente tutte persone capaci....di tutto

jaguar

Ven, 29/11/2019 - 11:43

Poteva assumerli per zappare la terra, sarebbero stati più utili.

ziobeppe1951

Ven, 29/11/2019 - 12:32

Braccia rubate all’agricoltura...una risorsa sprecata

mimmo1960

Ven, 29/11/2019 - 12:36

E' tornata la vecchia politica???

ulio1974

Ven, 29/11/2019 - 13:30

un modo come un altro per combattere la disoccupazione e cancellare la povertà dal Sud Italia. AHAHHAHAHAHH!!!!!!!!!!!!!!!!

buonaparte

Ven, 29/11/2019 - 13:34

CHE POI SPESSO QUESTI HANNO PIU DI UN INCARICO E QUINDI PIU STIPENDI..IMPARA SALVINI COSI SI FA .. QUANDO SI è MINISTRI SI METTONO DENTRO I PROPRI MAGARI CON IL MODELLO UMBRIA-PD TRUCCANDO I CONCORSI. FATTI FURBO..

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Ven, 29/11/2019 - 13:42

E' la tecnica usata da sempre dalla sinistra. Privilegiare gli amici e gli amici degli amici. Così si costruisce il voto di scambio. Ma non é reato?

Ritratto di bracco

bracco

Ven, 29/11/2019 - 13:50

Fra non molto andrà a raccogliere lenticchie

vocepopolare

Ven, 29/11/2019 - 13:50

ma di cosa parliamo? di cosa ci lamentiamo? ma qualcuno ha mai stimato che fare il ministro sia solo questione di capacità ? solo un alieno può ancora meravigliarsi di quanto accade . In italia bisogna mettere la faccia per il partito, per le clientele, per il capo

27Adriano

Ven, 29/11/2019 - 13:54

Ahi!!! la Bella...nova! Che pena!!

krgferr

Ven, 29/11/2019 - 13:59

Ricordo come, un tempo, ci fosse chi si scandalizzava perché tutti i sindacalisti a fine carriera nel loro ruolo divenissero esponenti politici con ruoli e prebende, manco a dirlo, di rilievo. Ebbene costoro si sbagliavano di grosso: come insegna la Bellanova alcuni, forse i migliori, passano alla politica a meno della metà del "cursus honorum" sindacale. Saluti. Piero

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 29/11/2019 - 14:03

ma vai a scuola ignorante , chi ti ha fatto ministro?

Ritratto di babbone

babbone

Ven, 29/11/2019 - 15:25

Per stilare questo articolo avete prove quindi la il PM di turno non deve far altro che procedere.

TitoPullo

Sab, 30/11/2019 - 02:25

Un'altra "sindaculista" e per giunta semianalfabeta!Non bastava la Fedeli?? Cribbio ma questi Pidioti ne hanno proprio una scorta di tali personaggi!