La Boschi liscia i gay e sfida Alfano: "Farò la legge sulle adozioni"

La Boschi: "Quando ho firmato il maxi emendamento sulle unioni civili mi tremava la mano" Ora che Renzi può contare sui voti di Verdini, Alfano è più marginale. E il Pd può provare a portare a casa le adozioni gay

La Boschi liscia i gay e sfida Alfano: "Farò la legge sulle adozioni"

Maria Elena Boschi rassicura la comunità omosessuale e sfida Angelino Alfano. "Faremo una legge sulle adozioni che riguardi tutti: gay, single, eterosessuali", promette il ministro per le Riforme alla scuola di formazione politica del Pd alzando il livello dello scontro con gli alleati di Ncd. Lo stralcio della stepchild adoption aveva, infatti, tranquillizzato i centristi. Ma adesso il governo e il Pd, grazie ai voti di Denis Verdini, possono provare a far approvare anche le adozioni per le coppie omosessuali.

"La mano mi tremava quando ho firmato il maxiemendamento: non è stata una firma qualunque come altre fatte in precedenza". La Boschi è soddisfatta di aver portato a casa il "sì" del Senato. Lo dedica a un amico: "Quando ho firmato, avevo in mente tanti volti e in particolare quello di un mio amico che quest'estate è andato via, se l'è portato via una malattia: per lui la legge è arrivata tardi". Adesso il suo pensiero va a Montecitorio: "Il voto in Senato è stata una vittoria dei diritti civili non una sconfitta. E mi auguro che la legge sia votata il prima possibile anche alla Camera". Dopo aver incassato il via libera al ddl Cirinnà sulle unioni civili, ora la Boschi alza la posta in gioco e punta a far passare le adozioni gay forte dei voti degli uomini di Verdini che potrebbero sopperire a un eventuale passo indietro dei centristi di Ncd. Un eventuale disegno per regolare le unioni civili troverebbe, infatti, il favore della sinistra e di tutto il Pd, ma non degli alfaniani che a fatica sono riusciti a far stralciare la stepchild adoption dal ddl Cirinnà. "Dovremo partire da una cosa semplice - spiega il ministro per le Riforme - chi è il soggetto più importante? Per me non c'è dubbio, i bambini. E si parte da lì, dai bambini. È un tema delicato".

Martedì il gruppo Pd della Camera farà un'assemblea per elaborare una proposta sulla legge delle adozioni. "La proposta - annuncia la Boschi - sarà messa in discussione nell'intera legge, anche per quanto riguarda i tempi, sia per le coppie omosessuali sia per quelle eterosessuali". La proposta sulle adozioni internazionali servirà a Matteo Renzi a "ricucire" con la comunità omosessuale infastidita dallo stralcio della stepchild adoption. Resta, comunque, da gestire la rottura interna al Pd. Anche nei confronti della minoranza dem, che ha mal digerito l'ingresso in maggioranza degli uomini di Verdini, la Boschi ostenta sicurezza. "Questa legge non permetterà strane coalizioni come in passato - tuona il ministro per le Riforme alla scuola di formazione politica del Pd - e con tutto il bene che gli voglio mi chiedo come Roberto Speranza che non ha votato questa legge, la critichi perché teme che favorisca le larghe intese quando questa nuova legge elettorale prevede il premio alla lista e non alla colazione".

Commenti