Cannabis, la Cassazione: "Reato commercializzare i derivati da quella light"

Stretta della Cassazione sul commercio della cannabis: è reato la commercializzazione dei derivati da quella light

La Cassazione dà una stretta ai cannabis shop. Le sezioni unite penali della Cassazione, presiedute dal presidente aggiunto Domenico Carcano hanno affermato che il è reato commercializzare prodotti derivati dalla cannabis light. A sollevare il caso davanti alla Cassazione è stata la quarta sezione penale nel corso di un procedimento che riguardava il sequestro portato avanti nei confronti di un commerciante. Il tribunale del Riesame di Ancona aveva annullato l'ordinanza di sequestro. A questo punto il procuratore capo si era rivolto alla Cassazione. Da qui il verdetto di oggi che di fatto sancisce il divieto assoluto della vendita dei derivati dalla cannabis light. Una sentenza quella della Cassazione che riaccende il dibattito politico che si è già infiammato nelle ultime settimane con Salvini da un lato propenso alla chiusura di tutti i cannabis shop e dall'altro i 5 Stelle che invece proponevano una liberalizzazione del settore come previsto da un disegno di legge depositato a gennaio dal senatore 5 Stelle, Matteo Mantero.

La Corte di Cassazione sulla vicenda ha una posizione molto chiara: la legge non consente "la vendita o la cessione a qualunque titolo dei prodotti derivati dalla coltivazione della cannabis”, compresi l’olio, le foglie, le inflorescenze e la resina". Di fatto questo verdetto avrà conseguenze sull'intero settore dei negozi che in questi mesi hanno aperto i battenti in tutta Italia. La sentenza della Suprema Corte ricorda però che la legge del 2016 "qualifica come lecita unicamente l’attività di coltivazione di canapa delle varietà iscritte nel catalogo comune delle specie di piante agricole che elenca tassativamente i derivati dalla predetta coltivazione che possono essere commercializzati". Sul verdetto è intervenuto il ministro per la Famiglia, Lorenzo Fontana: "Esprimo soddisfazione per la sentenza con cui la Cassazione, oggi, ha stabilito che è reato commercializzare i prodotti derivati della cosiddetta cannabis light. Questa decisione conferma le preoccupazioni che abbiamo sempre manifestato in relazione alla vendita di questo tipo di prodotti e la bontà delle posizioni espresse e delle scelte da noi adottate fino ad oggi". Infine il ministro Salvini ha aggiunto: "Siamo contro qualsiasi tipo di droga, senza se e senza ma, e a favore del divertimento sano”.

Commenti
Ritratto di Vinicious

Vinicious

Gio, 30/05/2019 - 18:43

"salvo che tali prodotti siano in concreto privi di efficacia drogante", questa parte ve la siete scordata eh? Furbetti....

nomen-omen

Gio, 30/05/2019 - 18:47

Che falliscano pure tutti i canapa shop! E' veramente immorale cercare di arricchirsi vendendo droga, giocando su cavilli legali. Invece di trasmettere valori ai giovani, hanno fatto di tutto per facilitargli l'accesso al gioco d'azzardo e alla droga.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 30/05/2019 - 18:56

So bene che, dal punto di vista dell'effetto, non c'è paragone fra la cannabis light e quella da sballo. "E il principio che conta" dirà qualcuno, e difatti spacciatori, trafficanti e mafiosi staranno stappando lo spumante.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 30/05/2019 - 19:02

Uno stop al commercio legale di sostanze pericolose? Nell'Olimpo qualcuno comincia a svegliarsi, dopo le dormite dei governi precedenti, dopo i "professori del disastro, seguiti addirittura da Renzi, quello dei secchi d'acqua in testa, ma senza riuscirsi le sue idee confuse, ma per noi pericolose.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 30/05/2019 - 19:08

light o non light invece dell'imu sulle case perchè non multano i drogati che acquistano la droga dagli africani? Mi sembra più normale far pagare chi poi fa danni con queste sostanze, che quelli che hanno fatto sacrifici per acquistare anche una seconda villa, perchè nessuno dice che chi ha due case deve per forza essere riccoper fortuna e non per sudore.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Gio, 30/05/2019 - 22:44

Salvini non ha mai detto che è per la chiusura dei negozi che vendono cannabis legale , ha detto invece che questi devono essere soggetti a controlli efficaci. Inoltre la sua presa di posizione contro la legalizzazione della cannabis è stata stimolata dal recente incontro in qualità di ministro dell'interno con i rappresentanti delle maggiori comunità di recupero da tossicodipendenza, che hanno segnalato al ministro l'abbassamento dell'età dei consumatori ed il fatto che la percezione della cannabis come innocua favorisce l'incremento di consumatori sempre più giovani, anche 12 anni di stupefacenti molto pericolosi e poco costosi.

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Gio, 30/05/2019 - 23:33

"Divertimento sano" ... BARBERA, MERLOT, BIANCHINO, Cynar, Grappa, Martini ecc poi MARLBORO, MS, Toscano, Camel senza filtro....Macchinette succhia soldi ovunque, Gratta e Vinci (perdi) come se piovesse, Lotterie ogni 10 minuti...auto che possono andare a 200km orari...E .MORTI E MALATI CRONICI DA QUESTI DERIVATI A DECINE DI MIGLIAIA SE NON DI PIU' ALL'ANNO...MA UNA CANNA, UN TE ALLA CANAPA che NON HA MAI UCCISO NESSUNO NO, NO, NO QUESTO NO!! E PERCHE' No? PERCHE' COSA E' SANO LO DECIDO IO CON IN MANO UNA PINTA DI BIRRA ALLA FESTA DELLA LEGA....rutto selvaggio e salute e PROSIT per tutti!!!! Aharghhhh morto per divertimento sano...ah ah ah ah

mariolino50

Ven, 31/05/2019 - 08:30

DemetraAtenaAngerona Su questo hai ragione, la canna fa meno morti della grappa, ma è vietata, le macchinette sono legali ma rovinano un sacco di gente. Sulle auto non sono d'accordo, anche la mia supera i 200 in sicurezza, in Germania in autostrada non ci sono limiti, e non ci sono stragi, la gente ci và quando è possibile farlo, io no perchè ho sana paura. Questi non sanno nulla delle droghe, che prima venivano vendute regolarmente in farmacia, e non moriva nessuno perchè erano veri medicinali, senza porcherie da taglio, quelle che fanno le overdosi.

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Ven, 31/05/2019 - 08:42

+nomen - omen La cannabis sativa , non e' una droga , se ne faccia una ragione. Gli alcolici , promossi, e venduti in quantita' industriali , sono una droga devastante,causa migliaia di morti ogni anno . Questi sono i fatti , poi ci sono le balle del suo salvini.

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Ven, 31/05/2019 - 14:30

@mariolino50....stiamo parlando di quella estiva, legale coltivata in apposite strutture contrapposte dalle FFOO....principio attivo vicino allo zero....NON TAGLIATA....circa una camomilla....droga anche lei