Chiamparino: "Con i tagli le Regioni rischiano la loro stessa esistenza"

Chiamparino attacca la manovra: "A rischio i farmaci salvavita". Renzi lo sfida: "Ora ci divertiamo"

Chiamparino: "Con i tagli le Regioni rischiano la loro stessa esistenza"

"I tagli dal 2017 al 2019 configurano una situazione che nei fatti mette a rischio la sopravvivenza del Sistema Regioni". Lo ha riferito il presidente della Conferenza delle Regioni e governatore del Piemonte, Sergio Chiamparino, nel corso di un’audizione in Commissione Bilancio del Senato, dedicata alla legge di stabilità. Chiamparino ha chiesto un incontro urgente con il governo.

"Come Conferenza delle Regioni - ha detto - abbiamo chiesto un incontro urgente al governo per consentirci di esprimere giovedì prossimo un parere sulla legge di stabilità. Tuttavia, come hanno già rilevato gli Uffici studi di Camera e Senato il problema è sul pluriennale, perchè i tagli dal 2017 al 2019 configurano una situazione che nei fatti mette a rischio la sopravvivenza del Sistema Regioni". "I tagli - ha spiegato l’amministratore piemontese - saranno insostenibili, anche se è vero che i tagli pluriennali spesso vengono modificati. Dobbiamo capire - ha detto ancora Chiamparino - quale è il valore istituzionale che viene dato alle regioni, e in particolare al sistema sanità, che è uno dei più virtuosi dal mondo. Perchè se si pensa che farla funzionare in maniera centralizzata è più funzionale, allora si provi pure". Le parole di Chiamparino avrebbero comunque dato un risultato: le Regioni incontreranno il governo. A quanto si apprende da fonti di Palazzo Chigi il presidente del Consiglio Matteo Renzi sarebbe intenzionato a convocare le Regioni a Roma mercoledì prossimo. "Adesso con le Regioni ci divertiamo, ma sul serio". Ormai è scontro.

Commenti