Lea, saranno a carico delle Regioni epidurale e fecondazione eterologa

Mercoledì la presentazione dei nuovi Livelli essenziali d'assistenza. Ci saranno 470 milioni in più per nuove cure

Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin
Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin

I nuovi Livelli essenziali d'assistenza, o Lea per comodità, sono finalmente pronti. La presentazione sarà la prossima settimana, mercoledì, quando il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, li illustrerà agli assessori regionali che si occupano della materia sanitaria.

Per le prestazioni che lo Stato garantirà ai cittadini, con o senza ticket, sono in arrivo 470 milioni di euro aggiuntivi, il saldo tra ciò che sarà garantito e prima non lo ero e quello che invece esce dall'elenco del ministero. Di nuovo c'è che l'analgesia epidurale, utilizzata per un parto senza dolore e la procreazione omologa ed eterologa saranno garantite.

Finora i Lea non prevedevano test per le malattie rare, piuttosto che per la celiachia, e la nuova versione dovrebbe invecere correggere il tiro nel senso dell'inclusione. Diverranno gratuiti, poi, i vaccini per varicella, pneumococco, meningococco e Hpv. Si pensa poi a meno ricoveri diurni in ospedale.

Il Servizio sanitario garantirà pure protesi di ultima generazione, barelle per docce, carrozze innovative con sistema di verticalizzazione, scooter a 4 ruote e altro ancora.

Commenti