Foto con scritta X-Mas. Cgil contro la consigliera di FI: "Ora si deve dimettere"

Federica De Benedetto, consigliere comunale di Forza Italia a Lecce, posta una foto davanti alla scritta X-Mas. La Cgil attacca: "Un episodio incredibile"

Foto con scritta X-Mas. Cgil contro la consigliera di FI: "Ora si deve dimettere"

Polemica sulla foto postata sui social da Federica De Benedetto, consigliere comunale di Forza Italia a Lecce e già vicecoordinatrice regionale del partito. La giovane ha pubblicato una foto di fronte alla scritta X-Mas (Natale), corredata dalla scritta Memento Audere Semper, ovvero "ricordati di osare sempre", il motto coniato durante la Prima guerra mondiale da Gabriele D'Annunzio.

Ma tutto questo, per la Cgil non è sufficiente e il sindacato ha gridato allo scandalo, parlando di un episodio "incredibile" ed "emblematico del progressivo sdoganamento del fascismo e delle ideologie di estrema destra in atto nel Paese. Ma è anche il frutto della sottovalutazione del fenomeno da parte dell'Amministrazione comunale. Il selfie scattato davanti alla scritta XMAS, e poi pubblicato su Facebook (quindi reso pubblico) con tanto di motto dannunziano e riferimento alla famigerata Decima Flottiglia Mas, dal punto di vista politico - sottolinea il sindacato - è ingiustificabile in un Paese che fonda sulla legittimità antifascista la propria Costituzione".

Ma la Cgil non si ferma qui e, anzi, dice: "Siamo sicuri della buona fede dell'Amministrazione Comunale nell'allestimento di piazza Mazzini. Di certo assessorato e responsabili del procedimento avranno cercato di dare un tocco di esterofilia all'addobbo natalizio. In tutto il mondo infatti 'XMAS' significa 'Christmas', ossia 'Natale'".

Davanti alle critiche, la consigliera ha risposto: "MEMENTO AUDERE SEMPER è un motto coniato DURANTE LA PRIMA GUERRA MONDIALE da Gabriele D’Annunzio in occasione di una leggendaria impresa militare, la Beffa di Buccari. La battaglia, a cui lo stesso Vate partecipò e che ebbe luogo nella baia di Buccari, in Croazia, nel febbraio del ’18, si svolse su MAS (Motoscafo armato silurante), una piccola imbarcazione d’assalto veloce, usata massicciamente durante le guerre mondiali. Sono lieta che tale discussione, abbia avuto modo di ricordare i nostri Caduti, che non hanno colore politico. Ma sono i nostri antenati. Le nostre Radici".

Commenti