L'altro Salvini fa infuriare la Lega: "Asfissiare gli islamici in moschea"

Commento choc di Roberto Salvini, consigliere regionale della Toscana. Il Pd all'attacco, il Carroccio si dissocia

L'altro Salvini fa infuriare la Lega: "Asfissiare gli islamici in moschea"

C'è un Salvini che ha fatto infuriare tutti i vertici della Lega Nord. Ma non è Matteo Salvini. Bensì Roberto Salvini, consigliere regionale della Toscana in quota Carroccio. Su Facebook si è fatto prendere la mano e, dopo gli attacchi jihdisti di Parigi, ha risposto a un utente che gli scriveva di essere "favorevole alla chiusura delle moschee con tutti loro dentro". E gli propone: "E la bacinella dello zolfo accesa". Una frase che ha scatenato accesissime polemiche e che ha spinto la stessa Lega Nord a prendere le distanze.

Il consigliere regionale del Pd Antonio Mazzeo attacca duramente il suo collega leghista: "Parole e sghignazzate inaccettabili, un comportamento inammissibile per una persona che ricopre un ruolo istituzionale. Questo è il momento della responsabilità e della condivisione unitaria dei valori alla base della nostro vivere comune, non certo il tempo di abbandonarsi al bieco cinismo e all'odio. La Toscana non dà cittadinanza a questo modo di interpretare il pensiero politico, la Toscana è un'altra cosa". Roberto Salvini gli fa, però, notare he la sua era "solo una battuta" e accusa il Pd di voler strumentalizzare le sue dichiarazioni. "Guardate - continua il consigliere regionale leghista - con la mia frase volevo semplicemente prendere in giro quel post, metterlo in ridicolo, e ho fatto ricorso ad una battuta. E’ chiaro che la questione deve essere affrontata seriamente". Ma anche il gruppo della Lega Nord in Consiglio regionale della Toscana "si dissocia dalle espressioni postate su Facebook dal consigliere Roberto Salvini".

Commenti