Luigi Di Maio posa col boss, è bufera sul Cinque Stelle

Una foto mostra il vicepresidente della Camera accanto al fratello di un boss dei Casalesi. Lui si giustifica: "Non sapevo chi fosse". Ma è polemica

Scoppia la bufera sui Cinque Stelle e in particolare su uno dei volti più noti della compagine grillina. Il Mattino di Napoli ha infatti pubblicato una foto che mostra Luigi Di Maio accanto a Salvatore Vassallo, "fratello del pentito del clan dei Casalesi Gaetano Vassallo e a sua volta sotto processo per disastro ambientale nella Terra di fuochi".

I due si sarebbero incontrati il 2 novembre scorso a Cesa (Caserta). Allora il vicepresidente della Camera aveva partecipato a un evento organizzato dagli attivisti M5S sul tema del No al referendum. "Dopo l’evento gli attivisti mi hanno portato a cena in un ristorante della zona", ha raccontato lo stesso Di Maio, interrogato dal quotidiano campano a proposito dello scatto.

"Non conoscevo i proprietari e come spesso accade mi hanno chiesto una foto. Avrò fatto centomila foto in questi anni. Non avevo idea di chi fossero. È una foto scattata prima di andare via", si è giustificato colui che spesso è stato indicato come possibile candidato premier, "Io lotto tutti i giorni contro chi ha avvelenato la nostra terra e non voglio minimamente che una foto possa intaccare anni di battaglie. Il movimento 5 stelle è in prima linea nella lotta alla criminalità. Io la camorra la voglio distruggere e non ho nessun contatto con queste persone".

Una giustificazione che non basta a evitare le polemiche, soprattutto dal Pd che ne approfitta per attaccarlo frontalmente. "Pensate quali commenti avremmo ascoltato se fosse successo ad un esponente del Pd o proviamo a ricordare cosa abbiamo letto in passato nel blog di Grillo per episodi simili", fa notare il deputato Pd, Federico Gelli, che se la prende coi vertici del movimento: "Cosa dicono oggi i Sibilia, i Di Battista, i Travaglio, sempre pronti a condannare anche per molto meno di una foto imbarazzante? Cosa dicono i militanti del movimento che vedono i loro leader ammiccare a Roma ai Tredicine e a Napoli agli avvelenatori della Terra dei fuochi?".

Solo poche tra i democratici le voci di difesa: "Come capita a tutti i politici, a tutti quanti i politici, a quelle persone cioè che svolgono attività politica, può accadere che una persona di dubbia fama possa finire in una foto assieme a lui", dice la senatrice Camilla Fabbri, "Ai marziani naturalmente certe cose non accadono, ma i marziani si sa che non esistono". "Di Maio foto con fratello del boss? Può capitare a chiunque, esprimo mia solidarietà. Rapporti civili tra avversari anche in politica. #NoOdio", twitta il deputato Pd Leonardo Impegno.

"Di Maio e il fratello del boss. Non sapeva chi fosse... Capita. Ma quando è successo a me, il M5S ha sparato a zero", attacca l'ex sindaco Gianni Alemanno.

Insomma, più il Movimento Cinque Stelle si addentra nella politica, più rischia che lo slogan "Onestà, onestà" gli si ritorca contro.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 07/11/2016 - 18:42

Ma chi è il boss della camorra? Quella a destra o a sinistra nella foto?

Miraldo

Lun, 07/11/2016 - 18:54

Che quelli del M5s fossero collusi con le mafie lo si sapeva da tempo................ Indagate magistrati indagate e ne scopriremo delle belle...............Ancor peggio dei loro compagni del Pd..........

Ritratto di orione1950

orione1950

Lun, 07/11/2016 - 19:03

Io trovo che sia normale. Puntualizzo che non ho alcuna simpatia per m5s e per di maio. Pero' chi di spada ferisce di spada perisce. Dovrebbe, il movimento, essere meno sxxxxxo e fanatico e non imitare travaglio & C.

balista

Lun, 07/11/2016 - 19:11

infiltrare un partito come i 5 stelle credo sia facilissimo figuriamoci per la criminalità organizzata

lambi65

Lun, 07/11/2016 - 23:05

Le stesse parole di Andreotti quando lo salutò Riina, lui è stato processato per mafia, vediamo se faranno lo stesso con Di Maio!

Popi46

Mar, 08/11/2016 - 06:42

M5S, ovvero la Corte dei Miracoli di letteraria memoria.

Ritratto di Séarlas

Séarlas

Mar, 08/11/2016 - 06:59

Ma avete spedo tempo, inchiostro e neuroni per scrivere questo? Ma è una notizia?

Ritratto di umbertoermolli

umbertoermolli

Mar, 08/11/2016 - 07:09

se fosse successo a qualcuno di fi almeno 3 magistrati avrebbero aperto un fascicolo per"collusione"e relativi processi ...finiti nel nulla.strano che non si sia mosso ancora nessuno,forse erano tutti impegnati alla leopolda!

ennio1963

Mar, 08/11/2016 - 08:46

Solite cagate del giornale, a parte che è il fratello del boss, mica puoi chiedere la carta d'identità a tutti quelli che chiedono di farsi una foto, i mafiosi veri, li conosce sia FI che il PD, guarda caso sono alleati

il corsaro nero

Mar, 08/11/2016 - 09:06

Non ha capito l'e-mail che gli ha inviato il boss!

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 08/11/2016 - 09:09

A sua insaputa...

Ritratto di predicatore1711

predicatore1711

Mar, 08/11/2016 - 09:20

@Séarlas, questa notizia , l'ha data anche il FQ , corsera, ecc ecc mi sa che ad aver speso tempo, inchiostro e neuroni sei solo tu..

mercredi

Mar, 08/11/2016 - 09:56

Anche altri non sapevano. Quante volte avete puntato il dito contro politici fotografati con personaggi poco raccomandabili? E adesso tocca a te. E comunque,facci sapere se, quando sei andato a pranzo con i membri italiani della Trilateral, eri al corrente con chi avevi a che fare.

Libertà75

Mar, 08/11/2016 - 11:41

normale che un politico faccia foto a dx e a sx, mica può chiedere la fedina penale (la quale poi probabilmente è pulita anche per il soggetto se non ha già una sentenza passata in giudicato) ad ogni avventore... la cosa che forse dovrebbe dare a riflettere è che i mafiosi non fanno foto con i politici del PD forse ad indicare che non vogliono rovinare la reputazione a chi fa più favori a loro? a pensare male si fa peccato, ma spesso ci si indovina, pace a te o divo Giulio.

il corsaro nero

Mar, 08/11/2016 - 12:29

@Séarlas: ti ricordi che dissero di Alemanno, per non parlare di Andreotti? Che facciamo, sono notizie da pubblicare solamente quando non riguardano i grullini? Principio dei due pesi e due misure?

il corsaro nero

Mar, 08/11/2016 - 12:34

@ennio1963 : la stessa notizie l'hanno data altri quotidiani a livello nazionale (Il Fatto, il Corsera ecc.) ah, dimenticavo per voi è tutto un gooombloddoooo dei poteri forti, come i frigoriferi a Roma! Ma fatemi il piacere!

il corsaro nero

Mar, 08/11/2016 - 12:37

@Libertà75: forse sarà pulito certificato del casellario giudiziale (qualora non siastato ancora condannato con sentenza irrevocabile) perchè quello dei carichi pendenti non può esserlo avendo un procedimento penale pendente!!!

Libertà75

Mar, 08/11/2016 - 14:56

@il corsaro nero, e secondo lei un politico dovrebbe chiedere il certificato dei carichi pendenti prima di fare una foto? Ribadisco il concetto della buonafede (compresa quella di Andreotti perché soltanto un minus habens può sapere tutto vedendo solo una foto) e ribadisco il busillis relativo alla mancanza di foto tra politici PD ed esponenti mafiosi... cane non mangia cane!