Regionali Calabria, ora il M5S ci ripensa: "Ragioniamo con il Pd"

L'imprenditore Filippo Callipo potrebbe accontentare dem e grillini: "Lui sarebbe il candidato perfetto"

Regionali Calabria, ora il M5S ci ripensa: "Ragioniamo con il Pd"

"Quello col Pd in Umbria era un esperimento e non ha funzionato. Dunque questa strada non è più praticabile". Pochi giorni fa Luigi Di Maio aveva chiuso definitivamente a nuove alleanze territoriali con il Partito democratico, alla luce dell'umiliante risultato rimediato domenica 27 ottobre. Peccato però che in Calabria ora si stia vociferando tutt'altro. Qui M5S e Pd potrebbero presentarsi insieme trovando una convergenza in Filippo Callipo: si tratta di un profilo che potrebbe davvero rappresentare un punto d'incontro comune tra le due forze politiche in vista delle elezioni Regionali che potrebbero tenersi il 26 gennaio, ma non vi è ancora stata l'ufficialità della data.

Calabria, M5S-Pd insieme?

Un'apertura è arrivata da Riccardo Tucci: "Dobbiamo dialogare con un Pd profondamente rinnovato, che riesca a mettere da parte i vecchi capibastone e che adegui il programma elettorale a quello che ci è più funzionale". Il deputato grillino calabrese fa il tifo per la candidatura dell'imprenditore del Vibonese: "Sarebbe perfetto. Da 10 anni a questa parte, ogni anno suddivide gli utili con i dipendenti delle sue aziende, è un imprenditore stimato da chiunque abbia avuto a che fare con lui".

A rafforzare questa ipotetica strada ci ha pensato Antonio Viscomi: "Credo che la dichiarazione di Tucci meriti non solo di essere condivisa, ma anche di essere presa, da tutti, in seria considerazione". Il deputato del Partito democratico infine, considerando l'esigenza di rinnovamento e l'apertura di una nuova porta alla classe dirigente, ha concluso: "Su questi temi dobbiamo lavorare insieme, come già tante volte abbiamo fatto nella comune commissione lavoro della Camera".

Commenti