Renzi fa il gradasso: "Io come D'Alema? No, non lascerei per le Regionali"

Il premier ostenta sicurezza: "Il Pd ha tutte le carte in regola per farcela". E ribadisce: nessun passo indietro

Renzi fa il gradasso: "Io come D'Alema? No, non lascerei per le Regionali"

Nessun passo indietro. Matteo Renzi lo ha detto in ogni modo in questi giorni e lo ribadisce anche oggi, sostenendo che non farà mai come D'Alema, allora premier, che nel 2000 si dimise dopo il flop della sinistra alle Regionali.

"Posso fare molte cose nella vita, difficilmente quelle che ha fatto D’Alema", ha detto il premiera Umbria Tv. Poi a Ballarò aggiunge: "Abbiamo fatto 5-0 con Piemonte, Abruzzo, Calabria, Emilia e Sardegna. Adesso ci sono alcune partite molto difficili e altre in cui io credo che il Pd possa farcela tranquillamente, che lunedì mattina sarà ancora una volta il primo partito in questo Paese". Renzi poi ripete che "i numeri non contano". "Queste elezioni andranno bene per il Pd, ma quello che conta sono i posti di lavoro che riusciamo
a creare", dice il segretario del Pd, "Abbiamo bisogno di restituire speranza ai nostri figli. Credo che il Paese sia ad un bivio, da un lato ci sono quelli che sperano che qualche cosa vada male e dall’altro quelli che sperano che l’Italia ce la faccia e ci riprovi. Noi ci stiamo provando a restituire occasioni di sviluppo e di lavoro".

Commenti