Politica

Salvini zittisce Roger Waters: "I migranti? Ospitali a tue spese"

La risposta del leader leghista all'attacco del cantautore: "Noi italiani abbiamo già accolto e pagato abbastanza"

Salvini zittisce Roger Waters: "I migranti? Ospitali a tue spese"

Arriva puntuale la risposta di Matteo Salvini ai recenti attacchi di Roger Waters. L'ex ministro dell'Interno ha così replicato allo storico membro dei Pink Floyd: "Caro Roger, io adoro la tua musica! Non ti sto simpatico? Amen. Sappi che comunque nessuno ti impedisce di ospitare, a tue spese, migliaia di immigrati. Noi Italiani abbiamo già accolto e pagato abbastanza".

Gli attacchi

Il cantautore, a margine della presentazione del docufilm Roger Waters Us + Them, si era scagliato contro il leader leghista: "Confesso di sapere poco sulla nuova coalizione. So qualcosa su Salvini: grazie a Dio se n'è andato. Almeno per un po'. Ci potrebbe essere una recrudescenza di neofascismo in Italia, ora che sta risorgendo un po' ovunque in Europa. Viviamo in tempi difficili: chi è al potere riesce sempre più a mettere le personi comuni l'una contro l'altra e quindi a mantenere il controllo politico sulle nostre vite. Se non ci mettiamo insieme e resistiamo alle nuove forze neofasciste e neoliberiste che stanno facendo collassare il nostro pianeta, non rimarrà niente per i nostri figli".

Waters si era poi rivolto agli italiani: "I migranti non vengono a rubare la vostra pizza, il vostro lavoro o la vostra donna. Lo fanno perché sono disperati, dis-pe-ra-ti. Salvateli!".

Commenti